Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


 

Giovedì, 30 Maggio 2024 09:54

Pescara. In via Tavo una villa confiscata alla criminalità diventa casa per i senza dimora

 Lunedì i primi quattro ingressi, il progetto finanziato dal Pnrr prosegue fino al 2026

PESCARA 29 mag. 2024 - In via Tavo 310, in una villa confiscata alla criminalità, il Comune di Pescara ospiterà i senza fissa dimora. L'amministrazione ha riqualificato il piano terra della struttura (e nei prossimi mesi sarà completato anche il primo piano), grazie ai fondi ottenuti dal Pnrr, e in questi locali porterà avanti un intervento di tipo sociale, per dare una nuova opportunità di vita agli ospiti, che saranno complessivamente 21, da qui fino alla fine del progetto (prevista nel 2026). I senza dimora da accogliere sono di Pescara e dei Comuni vicini: i Comuni sono quelli dell'Ecad 15 - Pescara - e dell'Ecad 16 Metropolitano, capofila Spoltore. In questa prima fase gli ospiti sono 4, ed entreranno nell'edificio lunedì, seguiti subito dopo da altri due, e ad occuparsene sarà "On the Road": il percorso, per loro, comincerà con la presa in carico e si concluderà con il supporto nell'individuazione di un alloggio da affittare.

Stamani la presentazione dell'edificio da parte dei sindaci di Pescara e Spoltore Carlo Masci e Chiara Trulli, lo staff delle Politiche sociali del Comune che ha seguito tutto l'iter, guidato dal dirigente Marco Molisani e da Roberta Pellegrino, Responsabile del servizio programmazione sociale e misure straordinarie per il Welfare. 

Delle 10 persone rimaste, 4 vivranno in via Tavo 310 e con altre sei si sta lavorando per il reinserimento nel tessuto sociale, anche abitativo.

 

chiacchiere da ape

Top News

Statistiche

Visite agli articoli
33233016