Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


 

 
 
 
Lunedì, 30 Maggio 2016 10:14

Chieti Città d’Arte, cittadini puliscono musei e siti archeologici

Una statua della Villa di Chieti Una statua della Villa di Chieti foto Angela Curatolo

Il Cammino nella città Archeologica ecco il programma tra pulizia siti e visite per il 4 e 5 giugno.

Il programma delle attività del progetto Chieti, l’iniziativa promossa dalla Camera di Commercio di Chieti su proposta delle associazioni culturali di Chieti e in collaborazione con il Comune di Chieti, la Soprintendenza Archeologia dell’Abruzzo, il Polo Museale d’Abruzzo, l’Università G. D’Annunzio, gli istituti scolastici, le associazioni di categoria del settore commercio, turismo ed artigianato.

Le attività di Chieti Città d’Arte, questo il titolo dell’iniziativa, partiranno il primo fine settimana di giugno, sabato mattina 4 giugno, dalle 10 alle 12, con la pulizia del Parco archeologico della Civitella, in una azione collettiva di cittadinanza attiva: i partecipanti armati di guanti, scope e tagliaerbe provvederanno a ripulire da erbacce lanciando un messaggio positivo di cura ed interesse per la propria città. Nel pomeriggio, dalle 17 al Museo d’Arte Barbella si terrà un convegno sulle tradizioni e i riti del mese di maggio.

Domenica 5 giugno, con l’occasione degli appuntamenti mensili di Domenica al Museo, iniziativa istituzionale del Ministero dei Beni Culturali e del Turismo cui aderisce il Polo Museale dell’Abruzzo con i musei archeologici nazionali di Villa Frigerj e La Civitella, sin dalla mattina la città sarà protagonista di eventi culturali, animazioni, letture, recitazioni, proiezioni di attività multimediali e visite guidate anche nei siti archeologici della città aperti grazie alla collaborazione della Soprintendenza Archeologia d’Abruzzo e delle associazioni cittadine che ne cureranno la visita.

Nel pomeriggio, dalle 17 alle 19:30, Il Cammino nella città archeologica, il percorso guidato, con animazioni culturali, musicali e teatrali con partenza da Villa Frigerj, museo che ospita il Guerriero di Capestrano, passando per Terme, Teatro e Tempietti romani. Il Cammino giungerà al Parco Archeologico La Civitella con degustazioni di prodotti tipici a cura di Slow Food Chieti, visita guidata al museo e festa finale con il concerto dell’Orchestra di Fiati Teate con musica da street band.

“Il Comitato cittadino per la salvaguardia e il rilancio di Chieti condivide e appoggia il progetto “Chieti città d’Arte” della Camera di Commercio, esprime Giampiero Perrotti in rappresentanza del Comitato, in quanto è una iniziativa che va nella direzione giusta: quella di fare squadra fra le istituzioni, gli enti e le associazioni della nostra città. Il fare squadra, l’individuare obiettivi comuni e condivisi, il progettare con una visione ampia sia in termini di tempo che di spazio è l’unica strada percorribile per salvare Chieti, una città dalle grandi potenzialità ad oggi in buona parte inespresse. Ancora una volta, e non sarà l’ultima, l’associazionismo culturale e di servizio teatino è in prima linea e il Comitato con esso.

“Le associazioni culturali, musicali e ambientali teatine hanno risposto in massa al nostro invito - sono 23 tra associazioni e club service partecipanti all’iniziativa -, afferma Roberto Di Vincenzo, presidente della Camera di Commercio di Chieti, con proposte che animeranno la visita ai musei e ai siti archeologici con un programma che copre tutto l’anno”. Il programma andrà ad inserirsi nelle iniziative promosse dal Comune di Chieti, come la Settimana Mozartiana dal 18 al 24 luglio e gli altri eventi culturali e di intrattenimento previsti nel calendario degli eventi estivi della città. Anche la Camera di Commercio proporrà iniziative di ampio respiro come la Settimana Tostiana, in ottobre, nella ricorrenza del centenario della morte del cantante ortonese, e il Premio ad Anton Giulio Majano, regista teatino, sceneggiatore tra i padri del teleromanzo televisivo del dopoguerra.

“La sinergia tra Enti ed Associazioni cittadine, quando riesce a concretizzare progetti come questo, volto alla valorizzazione dei tesori cittadini e al rilancio dell’economia e del turismo, costituisce un’esperienza imprescindibile per progettare un nuovo ruolo della città di Chieti e del suo territorio. Queste le parole di Antonio Viola, Assessore alla Cultura, Turismo e Manifestazioni del Comune di Chieti che sottolinea ancora che “l’obiettivo è quello di perseguire tale cammino perché il nostro patrimonio culturale, i nostri eventi istituzionali, costituiscano sempre più elemento di economicità e di promozione, senza tralasciare il processo di educazione delle giovani generazioni al rispetto e alla conoscenza del patrimonio. Cultura e turismo possono realmente essere un binomio vincente per ricondurci su un nuovo percorso di crescita sostenibile e duratura”.

"Sono grata a quanti, in un abbraccio unificante, hanno aderito all'iniziativa della Camera di Commercio di Chieti – aggiunge Lucia Arbace direttore del Polo Museale dell’Abruzzo.
Occorre trasmettere un messaggio forte e non più eludibile: il patrimonio d'arte e archeologia è di tutti noi. Non concorrere alla sua conservazione e valorizzazione equivale a una condanna verso la distruzione e l'oblio. “

“È più facile inventare Brasilia che organizzare Roma, Parigi o Napoli” – ricorda Francesco di Gennaro, Soprintendente per l’Archeologia dell’Abruzzo. “Ma sono le città stratificate, in cui, come a Chieti, l'antico sopravvive e permea la vitalità urbana, a muovere il cuore, i piedi e le ali dei cittadini del mondo, e non l'urbanistica di città senza storia. La Soprintendenza Archeologia unisce le sue forze a una iniziativa degna del ruolo che compete alla piccola Napoli che fu Teate romana e, ancor prima, sede dei Marrucini e di grandi comunità preistoriche rimaste senza nome”.

Il progetto. Con le associazioni culturali e i club service cittadini e con la collaborazione del Comitato cittadino per la salvaguardia e il rilancio di Chieti, sono stati realizzati degli incontri nei quali è emersa la necessità di lavorare per una programmazione a medio e lungo termine delle iniziative locali; allo stesso tempo, nel breve periodo, è emersa la possibilità di promuovere due iniziative che hanno come protagoniste la comunità locale e il ricco patrimonio culturale della città di Chieti: SOS Siti Archeologici e Domenica al Museo, alla (ri)scoperta dei beni culturali, iniziative riunite in Chieti Città d’Arte. Con il progetto si interverrà sul tema dell’educazione al rispetto del patrimonio, alla sua cura e alla sua conoscenza, in percorsi virtuosi di cittadinanza attiva e si sosterrà il processo virtuoso di valorizzazione delle competenze dei nostri giovani in campo turistico-culturale. “E’ per questo motivo, evidenzia Di Vincenzo, abbiamo proposto alle scuole superiori di Chieti un progetto di alternanza scuola-lavoro per formare dei “nuovi ciceroni” per stimolare l’apertura dei musei cittadini e per mettere a disposizione delle strutture museali le competenze dei millenians digitali per la promozione e la comunicazione della rete museale sul web, per un rinnovato rapporto con i visitatori prima, durante e dopo l’esperienza di visita.

Elenco delle associazioni e i club service che organizzano gli eventi:

A.E.L.M.A., Archeoclub Chieti, Auser – Unitel Chieti, Camminando Insieme, Chieti Nuova 3 Febbraio, Coro Francesco Saverio Selecchy, Da Grande Voglio Crescere, FAI delegazione Chieti, Fairy Consort, G.A. Giovani delle Acli Chieti, Kiwanis Club Chieti Pescara, Le Tre Melarance, Libridine, Lions Club Host, Mnemosyne, Oltremuseo, Rotary Chieti Centro Centro, Slow Food Chieti, Soroptmist International Club di Chieti, Speleo Club Chieti, Thearte,, Theate Musica Antiqua, WWF Chieti Pescara e con la collaborazione del Comitato cittadino per la salvaguardia e il rilancio di Chieti.

Ultima modifica il Lunedì, 30 Maggio 2016 10:20
 

chiacchiere da ape

Top News

Statistiche

Visite agli articoli
33233016