Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Martedì, 27 Dicembre 2016 15:48

Montesilvano/prostituzione, il divieto a contrattare prosegue. 2016: 20milaeuro di violazioni

Scritto da Red En

Maragno: “Controlli più serrati nel 2017”

 

 

Il sindaco Francesco Maragno ha firmato l’ordinanza di contrasto alla prostituzione nel territorio di Montesilvano che avrà validità sino al 31 dicembre 2017. Anche per il prossimo anno vigerà il divieto assoluto per tutti i conducenti e occupanti di mezzi di trasporto che percorrono strade in prossimità di abitazioni, luoghi pubblici o demaniali o aperti al pubblico, di contrattare, concordare prestazioni sessuali o trattenersi, anche solo per chiedere informazioni con soggetti che esercitano attività di meretricio su strada o che per l’atteggiamento, l’abbigliamento, o le modalità comportamentali, manifestino comunque l’intenzione di esercitare l’attività consistente in prestazioni sessuali. L'ordinanza si intende violata anche semplicemente fermando il mezzo in prossimità delle prostitute, o consentendo loro di salire sul mezzo, o ancora nel caso in cui le prostitute vengano colte nell'atto di scendere dal mezzo di trasporto. La sanzione ammonta a 450 euro.

“Nel corso del 2016, abbiamo inoltre potenziato l’attività di controllo della Polizia Locale su diversi fronti, - dichiara il sindaco Francesco Maragno - ed in special modo proprio per le violazioni di questa ordinanza. In tutto il 2016, infatti, i nostri operatori hanno elevato sanzioni, per un importo di oltre 20 mila euro. Circa 15 mila euro invece le sanzioni nei confronti delle prostituite. Per il 2017 - annuncia Maragno - intendiamo promuovere un progetto specifico, a cui stiamo lavorando con la Polizia Locale, e che vogliamo estendere anche alle altre forze dell’Ordine in azione sul territorio, al fine di implementare i controlli e promuovere una più incisiva attività di sanzione, volta a debellare un fenomeno”. Si affianca l’azione di supporto, sostegno e recupero condotta dai volontari della Comunità Papa Giovanni XXIII, con il progetto “Contro la Tratta”.

In questi due anni l’associazione è riuscita a salvare ben 11 ragazze, liberandole dalla loro schiavitù ed aiutandole a ricostruirsi una vita. Solo nel 2016, l’unità di strada, composta da 4-5 persone, ha effettuato 42 uscite, con cadenza quasi settimanale, e ben 390 contatti, con ragazze con età prevalente compresa tra i 18 e i 24 anni. L’associazione ha inoltre attivato un numero telefonico, reperibile 24 ore su 24, così da garantire una costante presenza per ogni necessità delle vittime contattate nel corso delle uscite su strada.