Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  

ABRUZZO: BANDO DA 8 MLN PER PMI, CONFARTIGIANATO: “SOSPETTO CHE SIA DEDICATO A POCHI”

Abruzzo

PUBBLICATO SUL BURA OGGI . DOMANDE GIÀ DA DOMANI -il bando scadrà il 6 dicembre e le imprese potranno far riferimento al periodo 1° gennaio - 6 dicembre 2015. Confartigianato Abruzzo: Critiche a Regione Abruzzo per metodi avviso pubblico

 

Le piccole e medie imprese abruzzesi potranno presentare richieste di rimborso delle spese per progetti di investimento sostenute nel 2015. È il senso del bando Por-Fesr, con una dotazione finanziaria di 8 milioni di euro, che il vicepresidente con delega allo Sviluppo economico, Giovanni Lolli, ha presentato in settimana alla Regione di Viale Bovio a Pescara. Dice l'assessore "Questo bando fatto con fondi della vecchia programmazione Fesr 2007-2013" la Commissione europea ha ammesso a finanziamento spese sostenute in data anteriore alla pubblicazione del bando. Le imprese interessate potranno infatti presentare domanda per spese sostenute dal 1°gennaio 2015 fino a 30 giorni successivi alla pubblicazione del bando, scadenza 6 dicembre 2015.

Sono ammesse a beneficiare dell'agevolazione del bando le spese: acquisto di macchinari, attrezzature, impianti di veloce realizzazione, software e hardware esclusivamente dedicati al progetto di innovazione con esclusione dei beni usati; servizi di consulenza ed equipollenti utilizzati esclusivamente ai fini della realizzazione del progetto d'innovazione; acquisto di diritti di brevetto, di licenze, di know-how; spesa relativa alla perizia tecnica. La spesa minima ammissibile è 50 mila euro, il contributo massimo richiesto in termini percentuali non può essere superiore al 50% dei costi ammissibili, nel rispetto della normativa Ue in regime di de minimis a 200 mila euro. Come accennato, sarà una piattaforma informatica a gestire il bando; gli interessati dovranno immettere la domanda nella piattaforma e digitalizzare tutta la documentazione a corredo. L'avviso pubblico è a disposizione sul portale della Regione Abruzzo nella sezione "bandi".

"Contestiamo, dal punto di vista del metodo, il bando pubblicato dalla Regione Abruzzo per sostenere con otto milioni di euro, nell'ambito della vecchia programmazione 2007-2013, le micro e piccole e medie imprese abruzzesi. Viene il sospetto che si tratti di un bando, dedicato solo a pochi, che non va nell’ottica del rilancio dell’economia abruzzese”. Lo afferma il presidente di Confartigianato Abruzzo, Lorenzo Angelone, a proposito dell’avviso pubblico “per la realizzazione di progetti di innovazione tecnologica, di processo e innovativa da parte di Pmi localizzate nel territorio della regione Abruzzo”, pubblicato sul Bura.

“Non si può pubblicare un bando oggi – sottolinea Angelone – se l’apertura per partecipare allo stesso è prevista alle 24 odierne. Ricordiamo che le domande vengono accolte in ordine cronologico di presentazione. Solo leggendo il bando, inoltre, ci si rende conto della necessità, per presentare la domanda, di alcuni documenti, come la perizia giurata, che non tutte le imprese riescono ad ottenere in tempi stretti. Altro aspetto discriminante è che vengono finanziati investimenti di importo minimo di 50mila euro, tagliando fuori tutti coloro che hanno comunque effettuato investimenti, seppur con risorse inferiori”.

“Gli artigiani in Abruzzo sono 33mila, staremo a vedere quanti di loro saranno ammessi al finanziamento. Ci saremmo aspettati una maggiore concertazione e, soprattutto – conclude il presidente di Confartigianato Abruzzo – un progetto realmente alla portata delle micro e piccole imprese”.

loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…