Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  

Bce: Draghi, faremo tutto il necessario per obiettivo inflazione

Politica

In quattro anni "e' cambiato tutto, proprio tutto". Ne e' convinto il presidente della Bce, Mario Draghi, che in una lunga intervista al Sole 24 ore assicura che la Bce fara' tutto il necessario per centrare l'obiettivo di inflazione a medio termine. "Se ci convinceremo che il nostro obiettivo di inflazione a medio termine e' a rischio - afferma Draghi - intraprenderemo tutte le azioni necessarie".

 

 

La previsione e' che l'inflazione "resti vicino allo zero, anche negativa, almeno fino all'inizio del 2016. Dopo, l'effetto del forte declino dei prezzi del petrolio che si e' avuto tra la fine del 2014 e la fine di quest'anno scomparira' dalla variazione dell'indice dei prezzi a distanza di un anno.
Cio' portera' a un aumento puramente meccanico dell'inflazione". "Vedremo se un ulteriore stimolo e' necessario - aggiunge Draghi - La questione e' aperta. I programmi che abbiamo costruito hanno tutti la caratteristica di poter essere utilizzati con la necessaria flessibilita'".
A proposito dell'area euro, il presidente della Bce sottolinea che il rischio di frammentazione e di ridenominazione e' diminuito di molto, se non sparito", ma "molto resta da fare anche in relazione al futuro assetto dell'Unione europea". Secondo Draghi, dalla crisi greca non e' rimasto un fondo di sfiducia: "Certo e' stato un altro test molto difficile che l'Unione monetaria ha pero' saputo affrontare e superare". Per Draghi, infine, riforme strutturali e bassi tassi di interesse "si completano a vicenda: per fare le riforme strutturali bisogna pagare un prezzo ora per avere un beneficio domani; i bassi tassi d'interesse sostanzialmente attenuano il prezzo che bisogna pagare oggi. Vi e' semmai un rapporto di complementarieta'". Rispondendo a una domanda sulla politica monetaria Usa, Draghi ha osservato che "per quanto riguarda la Fed, non c'e' un legame diretto tra quello che facciamo noi e quello che fanno loro. Entrambe le banc
he centrali hanno un loro mandato definito nella giurisdizione nella quale operano, quindi loro negli Stati Uniti e noi nell'Eurozona". (AGI) .

loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…