Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  

L'arcobaleno nel cuore

Racconti

di Anna Romanelli

La vita è come una partita a carte...se sei fortunato vinci, altrimenti perdi...basta avere la carta giusta al momento giusto!

Un racconto scritto da Anna Romanelli, grande successo al concorso letterario Montesilvano scrive l'anno scorso conquistando ben 600 voti sul web, classificandosi al  21 posto e andando ins emi finale. Un brano che merita attenzione, un inno alla vita che passa per gli ostacoli della quotidianità.

Sono le due di notte, leggo di questo concorso, io adoro scrivere e di getto racconto quanto segue...

Ho toccato tante volte il fondo, ma tante volte sono risalita e se ce l'ho fatta io, puoi farcela anche tu!

Sono nata da un rapporto al di fuori del matrimonio, un tempo messo alla "gogna".

Nonostante tutto ho vissuto grazie ai miei genitori la mia "condizione" serenamente, per me era ed è la

mia splendida famiglia!

Per alcuni invece ero "diversa" dai figli nati da un matrimonio... un peso da nascondere, da non "far

emergere alla luce del sole".

Ho sofferto, lottato, sono caduta a terra molte volte a causa della "morale distorta" di certe persone false

ed ipocrite che vedevano la mia famiglia come qualcosa di diverso, qualcosa di difficile da spiegare a se

stessi, in primis!

Mio padre ha portato avanti con forza due famiglie e tre figli facendo sacrifici immani!

L'ho perso anni fa...ma prima, sette mesi prima, ho perso mio fratello.

Nel maggio di quattro anni fa una telefonata in cui mio padre mi avvisava della scomparsa improvvisa di

mio fratello...il buio!

Non dimenticherò mai le sue parole, piangendo mi diceva che mio fratello era morto

e che lui moriva con il figlio!

Dopo due mesi un'ischemia colpì mio padre, era praticamente morto, ma si riprese...pensavamo che ce la

facesse! Cinque mesi di cliniche...due volte al giorno andavo da lui, un'ora di viaggio...in macchina piangevo

e poi tornando a casa mi preparavo per tornare a lavoro.

Purtroppo dopo mesi di sacrifici, ma li rifarei tutti, il mio papà si è aggravato e la vigilia di Natale del 2010

mi ha lasciata.

In seguito sono stata male, ma mi sono subito rialzata...l'unica entrata economica era il mio stipendio,

non potevo fermarmi!

Non stavo affatto bene, ma i dottori dicevano che era lo stress...dicevano!

Da li a poco perdo anche il lavoro, il perchè non sto qua a spiegarlo, aprirei delle porte della cattiveria

umana che preferirei non riaprire...mi hanno ferita troppo!

A distanza di un anno scopro il problema, non era certo stress...vengo operata d'urgenza ,

subisco due operazioni in due giorni e rischio di morire!

Ma "qualcuno" ha ben pensato che non era il mio momento...e sono qua!

La mia vita è stata segnata sia in passato da bambina che in adolescenza, da "eventi" destabilizzanti anche

gravi che mi hanno cambiata, ma che mi hanno fortificata!

La vita è come una partita a carte...se sei fortunato vinci, altrimenti perdi...basta avere la carta giusta al

momento giusto! Sapete qual è la mia carta giusta? IL SORRISO...quello che niente e nessuno potrà

togliermi, quello che ho da quando sono nata!

A te che a volte pensi di non avere niente invece hai tutto, a te che sfidi la vita mentre non serve farlo,

a te che ti disperi senza una vera ragione, a te dico di sorridere e di essere positivo!

Perchè se ce l'ho fatta io credimi, puoi farcela anche tu...ama la vita perchè bella o brutta che sia,

vale sempre la pena di essere vissuta...basta avere L'ARCOBALENO NEL CUORE!

loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…