Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  

Coda di rospo alla cacciatora

Ricette

di Luciano Pellegrini

La rana pescatrice è un pesce prelibato dalle carni magre. Si presenta con una testa robusta, appiattita, allargata e di forma ovale. Il corpo è conico e viene chiamato coda di rospo.

 

 

Difficoltà: Facile

Tempo: 30 minuti

INGREDIENTI X 4 PERSONE

  • Coda di rospo 600 grammi circa
  • Rosmarino 1 rametto
  • olio extravergine d'oliva 1 cucchiaio
  • vino bianco ½ bicchiere
  • 1 spicchio di aglio
  • Sale q.b.
  • Peperoncino piccante

PREPARAZIONE

Pulire e lavare la coda di rospo.

Preparare la salsa e mettere tutti gli ingredienti nel tegame.

Accendere il fornello e regolare con la fiamma alta, senza coperchio.

Lasciare cuocere per venti minuti e rigirare la coda di rospo due volte.

Questo pesce si cuoce con la sua acqua che esce durante la cottura, quindi non aumentare la quantità di vino.

A fine cottura, mettere la coda di rospo su un piatto e servirla a tranci, condita con la sua salsina.

E’ una ricetta semplice da preparare, che grazie ad ingredienti saporiti, come l’aglio, il rosmarino, il peperoncino, il sapore del pesce viene esaltato e reso gustoso.

Le origini di questa ricetta, che si può definire povera, è stata tramandata dai marinai e pescivendoli.

Questo piatto si accompagna bene con il vino trebbiano abruzzese ma, se si vuole spendere qualche euro in più, Il Vino Pecorino d’Abruzzo, lo rende più gradito.

loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…