Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Venerdì, 29 Settembre 2017 15:38

Montesilvano. Bivacco e spaccio nel Sottopasso Di Francesco. Che fa il Comune?

Scritto da A.C.
sottopasso non transitabile sottopasso non transitabile

Il sottopasso venne bloccato per iniziativa di un privato

 

E' ciò che si legge nell'interrogazione dell'Avv. Feliciano D'Ignazio, capogruppo gruppo consiliare PD.

Una storia che ha del surreale. La “chiusura arbitraria” di un privato della Via Monsignor Di Francesco, questa la causa del blocco, ricorda il documento, del sottopassaggio ferroviario, oramai diventato “bivacco di alcuni facinorosi dediti allo spaccio nonché pieno di sporcizia e quant’altro”.

D'Ignazio riferisce che sono “numerose” le segnalazioni di cittadini ai Carabinieri di Montesilvano su “gravi fatti”, a “rilevanza penale” afferma, “sia nelle ore notturne che diurne”. La soluzione per il consigliere comunale è la riapertura di via Di Francesco, “considerata imminente dall’attuale amministrazione”, per porre fine a degrado e bivacco.

Nell'interrogazione si chiede al Sindaco Maragno “di conoscere quale sia l’intenzione dell’amministrazione di Montesilvano in merito alla tempistica e modalità inerenti la riapertura al traffico veicolare cittadino del sottopasso ferroviario.”