Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


 

Giovedì, 12 Marzo 2020 10:11

Covid19, il mondo rallenta. Il virus colpisce anche i vip.

Trump Trump

Mentre la Cina fa sapere che il picco è stato ormai superato, Brennero blocca viaggi con Italia, USA con Europa. La F1 in Australia non si ferma.

Coronavirus dichiarata pandemia, ovvero epidemia con tendenza a diffondersi rapidamente attraverso vastissimi territori o continenti, coinvolge e stravolge le abitudini mondiali, da USA a Corea, Australia ecco le notizie.

Il presidente Trump accusa l'Europa di essere stata lenta a reagire all'epidemia di coronavirus e blocca per 30 giorni i viaggi negli Stati Uniti dal Vecchio continente, tranne che dal Regno Unito. Il tycoon ha annunciato altre misure per alleviare la crisi economica causata dalla pandemia: ha promesso un'azione di emergenza per fornire aiuto finanziario ai lavoratori che sono ammalati, in quarantena o che si stanno prendendo cura di altri contagiati. Intanto c'è il primo caso confermato al Congresso americano.

Ieri in ottemperanza delle disposizioni del governo Federale Austriaco, l’operatività dei treni DB-ÖBB EuroCity sulla linea del Brennero è sospesa fino al 3 aprile, salvo nuove disposizioni, non ci saranno treni diretti a lunga percorrenza tra l’Austria e l’Italia.

Coronavirus, cartoon di Marco D'Agostino

 

Il picco in Cina dell'epidemia del coronavirus è stato ormai superato: secondo Mi Feng, portavoce della Commissione sanitaria nazionale, i nuovi casi stanno diminuendo nel Paese e l'intera situazione epidemica rimane "a livelli molto bassi". Mi, durante il briefing quotidiano, ha ricordato che i nuovi contagi a Wuhan, focolaio del Covid-19, sono diminuiti fino ad attestarsi a una singola cifra, con soli 8 casi riportati ieri. Sette sono poi i casi nel resto della Cina, di cui 6 importati dall'estero come "contagio di ritorno".

La Corea del Sud ha rilevato ieri 114 nuovi casi di contagio, il livello più basso da più di due settimane, portando le infezioni da coronavirus a 7.869.

Coronavirus non risparmia le stars di Hollywood e sportivi.

Tom Hanks e la moglie Rita Wilson sono positivi al coronavirus. L'attore e la Wilson erano in Australia per la produzione di un film di Baz Luhrmann su Elvis Presley quando sono risultati positivi al test. Hanks e la moglie - anche lei attrice - sono le prime celebrita' che hanno rivelato di essere stati colpiti dall'epidemia. "Siamo in isolamento", ha detto l'attore: "Vi faremo sapere".

E in un tweet Daniele Rugani, difensore della Juventus annuncia che è risultato positivo al coronavirus. "Avrete letto la notizia e per questo ci tengo a tranquillizzare tutti coloro che si stanno preoccupando per me, sto bene". Rugani è il primo giocatore della Serie A risultato positivo al Coronavirus.

 

 

Sport si ferma

L'Nba sospende la stagione del campionato di basket nordamericano, dopo che un giocatore degli Utah Jazz e' risultato positivo al coronavirus. Il risultato del test è stato resono noto poco prima dell'inizio della partita di Utah contro i Thunder a Oklahoma City, bruscamente posticipata. L'Nba ha detto che il giocatore interessato non si trovava nell'arena ed era assistito da personale sanitario. "Sospendiamo i match dopo la conclusione di quelli di stasera, fino a nuovo avviso", ha comunicato ieri sera l'Nba. I Jazz si sono rifiutati di fare il nome del giocatore trovato positivo, ma secondo Mike Malone allenatore dei Denver Nuggets si tratterebbe del francese Rudy Gobert.

Due giorni fa la notizia anche della Fis, sulla base delle decisioni anti coronavirus decise dal governo austriaco, ha comunicato la cancellazione delle prossime Finali di Coppa Europa di sci alpino. Le gare erano previste a Saalbach dal 16 al 22 marzo.

F1 non si ferma

"Sono molto, molto sorpreso dal vederci tutti qui, è bello poter gareggiare, ma per me è quasi uno choc essere seduti in una conferenza stampa in questa stanza. Ci sono molti tifosi in pista già oggi. Sembra che il resto del mondo stia reagendo, probabilmente un po' in ritardo, stamattina abbiamo sentito Trump chiudere i confini dall'Europa agli Stati Uniti. L'Nba viene sospesa e la F1 continua ad andare avanti. Il denaro è re". Sono le parole del campione del mondo di F1, Lewis Hamiton, da Melbourne dove si correrà il Gp d'Australia di F1 parlando dell'emergenza legata al coronavirus. "Sono arrivato lunedì -ha poi raccontato il pilota britannico della Mercedes- ho fatto un viaggio per rendermi conto quale devastazione hanno portato gli incendi dei mesi scorsi. Ho voluto vedere di persona alle Blue Mountains e ho voluto incontrare le organizzazioni che si sono occupati degli animali. Sono degli eroi".

Ultima modifica il Giovedì, 12 Marzo 2020 10:39
 

chiacchiere da ape

Top News

Statistiche

Visite agli articoli
33233016