Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Giovedì, 06 Agosto 2020 18:59

Montesilvano/cani affidati a La Rupe. Comune invita ad adottare "con generosità"

Scritto da redenx

Manganiello: "siamo costretti a portare i nostri randagi a La Rupe di Civitella Casanova"

In merito all'affidamento del ricovero dei cani a La Rupe di Civitella Casanova il consigliere delegato al Mondo Animale, Giuseppe Manganiello spiega:

“Prima dell’emergenza sanitaria la polizia locale ha effettuato un’ordinanza al Dog Village, per la restituzione dell'area in quanto il contratto era scaduto dal 2018 e non avendo più nessuna legittimazione a restare, l'amministrazione comunale non poteva più effettuare rinnovi consentiti dalla legge.

L’ordinanza non è stata impugnata e, a causa dell’emergenza sanitaria dei mesi scorsi, i rinnovi amministrativi hanno subito una interruzione ex lege e non è stata fatta alcuna esecuzione. A marzo 2019 l'amministrazione comunale ha indetto una gara per l'assegnazione della gestione del canile, alla quale però non ha partecipato nessun soggetto. Nei giorni scorsi abbiamo svolto una riunione con i rappresentanti del Dog Village e i rispettivi legali, era presente anche il comandante della polizia locale Nicolino Casale, per cercare di trovare un accordo affinché l’associazione potesse lasciare bonariamente l'area comunale.

Nel periodo del Covid era tutto bloccato e i randagi catturati sul territorio di Montesilvano sono stati portati nella struttura, ora non possiamo più farlo perché siamo fuori tempo massimo con le proroghe concesse e al momento siamo costretti a portare i nostri randagi a La Rupe di Civitella Casanova. Nel frattempo, nelle more del rilascio, svolgeremo un nuovo bando per l'assegnazione e la gestione del canile in maniera continuativa. L’amministrazione comunale non vuole portare i cani fuori dal territorio e invita la cittadinanza a procedere con generosità alle adozioni. Un ringraziamento speciale ai volontari, che hanno portato avanti la struttura in questi anni in maniera esemplare e a quanti operano in maniera gratuita per il bene solo ed esclusivamente degli animali”.