Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


 

Lunedì, 14 Dicembre 2020 12:01

Montesilvano, scoperta nel fiume Fino: riappare specie estinta

Luca e Gianluca Milillo mostrano la scoperta nel fiume Fino Luca e Gianluca Milillo mostrano la scoperta nel fiume Fino Foto di Angela Curatolo

Osservato durante il lockdown il quarto crostaceo che si pensava estinto

"Negli ultimi mesi di lockdown, sono emerse specie marine che si davano per estinte da anni", a dirlo è Gianluca Milillo, responsabile staff tecnico del laboratorio marino, Saline ONLUS, che perlustra i tre fiumi del circondario dell'area Vestina: Saline, Tavo e Fino.

E proprio in questo ultimo bacino alcuni giorni fa il piccolo Luca Milillo, durante un sopralluogo con il papà, ha scorto un crostaceo che da anni si pensava estinto, almeno da queste parti, Antennarius, detto comunemente, Gambero di fiume. La quarta specie riaffiorata durante questo anno di Coronaviruas che ha costretto l'Umano alla massima chiusura se non per necessità, preservando le aree naturali.

Sono 4 le specie: il granchio di fiume, il gambero turco, alloctono dopo la peste nera che uccise quelli locali, il gambero della Luisiana, a quanto pare infestante, e ora appare una quarta specie, registrata dall'associazione montesilvanese.

Milillo junior e senior, per preservare lo stato fiumi locali, riferiscono che, oltre al costante lavoro nel laboratorio del Paladeanmartin di ricerca e divulgazione delle informazioni sulle aree naturali del territorio, l'accoglienza delle scuole, registrano e organizzano tutte le specie ittiche, floreali e faunistiche del luogo. Pagine e pagine di dossier e ricerche destinate a lasciare una conoscenza diretta del bacino idrico fluviale.

Il laboratorio può essere visitato gratuitamente su appuntamento.

Ultima modifica il Lunedì, 14 Dicembre 2020 12:34

chiacchiere da ape