Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Lunedì, 28 Dicembre 2020 15:35

Abruzzo/Covid 19. I nuovi casi oggi sono 41 e 3 i decessi.

Scritto da A.C.

ieri è iniziata la campagna di vaccinazione contro i Covid 19 ma ci vorranno mesi per sconfiggere il virus.

 

Sono complessivamente 34533 i casi positivi al Covid 19 registrati in Abruzzo dall’inizio dell’emergenza. Rispetto a ieri si registrano 41 nuovi casi (di età compresa tra 3 e 89 anni), il totale risulta inferiore di 4 unità in quanto sono stati sottratti alcuni casi comunicati nei giorni scorsi e risultati duplicati.

I positivi con età inferiore ai 19 anni sono 2, di cui 1 in provincia dell’Aquila e 1 in provincia di Teramo.

Il bilancio dei pazienti deceduti registra 3 nuovi casi e sale a 1176 (di età compresa tra 87 e 90 anni, 1 in provincia dell’Aquila, 1 in provincia di Chieti e 1 in provincia di Teramo). Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 21812 dimessi/guariti (+305 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 11545 (-271 rispetto a ieri). Dall’inizio dell’emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 506661 test (+579 rispetto a ieri). 457 pazienti (+14 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 37 (+1 rispetto a ieri con 1 nuovi ricoveri) in terapia intensiva, mentre gli altri 11050 (-287 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. Del totale dei casi positivi, 10843 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+20 rispetto a ieri), 6949 in provincia di Chieti (+10), 7027 in provincia di Pescara (+6), 9278 in provincia di Teramo (+5), 281 fuori regione (invariato) e 155 (-4) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza. Lo comunica l’Assessorato regionale alla Sanità.

Ieri è iniziata la campagna vaccinazione contro il covid 19, “giornata che, senza retorica, possiamo definire storica", ha detto Nicolettà Verì, assessore regionale alla sanità, "Una battaglia che, però, riusciremo a vincere solo se tutti uniremo ancora una volta le forze: l’avvio delle vaccinazioni è infatti il punto di partenza di un percorso ancora lungo e complesso”.

Nel frattempo, però, è fondamentale continuare a rispettare tutte le misure per limitare il diffondersi del contagio.

“Ci vorranno mesi – conclude – per completare la campagna vaccinale e in questo periodo non ci è concesso allentare l’attenzione: manteniamo tutte le precauzioni che abbiamo imparato a conoscere in questo 2020, dal distanziamento sociale all’igiene delle mani. Solo così riusciremo presto ad archiviare questo drammatico periodo e lasciarcelo alle spalle”.