Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Venerdì, 10 Settembre 2021 17:26

Teatro e concerti, gli eventi della Società della musica.

Scritto da rednez

Ecco il programma teatrale e concertistico.

 Nel rispetto delle norme anticovid ecco il programma.

 Stagione Teatrale della Società del Teatro e della Musica

Dopo la forzata pausa di un anno causata dalla situazione epidemiologica torna al Teatro Circus la Stagione Teatrale della Società del Teatro e della Musica con due rappresentazioni serali e una pomeridiana per ogni spettacolo con artisti del calibro di Gabriele Lavia, Emilio Solfrizzi, Ambra Angiolini, Geppy Gleijeses e Marisa Laurito, Carlo Buccirosso, Peppe Barra La Stagione aprirà il 19 e 20 ottobre con lo straordinario "Così parlò Bellavista" adattamento teatrale di Geppy Glejeses dal film e dal romanzo di Luciano De Crescenzo, protagonisti Geppy Glejeses, Marisa Laurito e Benedetto Casillo con un gruppo straordinario di attori napoletani. Il lavoro - che ha debuttato al San Carlo di Napoli con il sostegno del Comune di Napoli e della Regione Campania - celebra un film di culto, un romanzo venduto in tutto il mondo e il suo autore, il cui genio non sempre è stato riconosciuto nella misura che meritava; ma come dice Bellavista “Si è sempre meridionali di qualcuno...” A seguire il 29 e 30 novembre “Il malato immaginario” di Moliere, protagonista assoluto un attore di grande talento quale Emilio Solfrizzi. La comicità di cui è intriso il capolavoro di Moliere viene esaltata dall'esplosione di vita che si fa tutt'intorno di Argante e la sua continua fuga attraverso rimedi e cure di medici improbabili crea situazioni esilaranti. Una comicità che si avvicina al teatro dell'assurdo. Moliere, come tutti i giganti, con geniale intuizione anticipa modalità drammaturgiche che solo nel '900 vedranno la luce. A chiudere la prima parte della Stagione il 15 e 16 dicembre l'atteso ritorno nella nostra città di Gabriele Lavia con una novità assoluta “Le leggi della gravità”, atto unico tratto dal romanzo di Jean Teulè “Les lois de la gravitè”. In una notte freddissima all'interno di un commissariato un uomo e una donna prendono coscienza della loro caduta. Ma vivere forse è la presa di coscienza dei propri “dolorosi” fallimenti. Il 18 e 19 gennaio la Stagione riprenderà con “Non c'è niente da ridere” di Peppe Barra e Lamberto Lambertini con Peppe Barra e Lalla Esposito. Di nuovo insieme dopo venticinque anni Barra e Lambertini intendono, pur in questi giorni così chiusi e difficili, invitare la gente a tornare a teatro, per uno spettacolo di buon augurio, e per iniziare una futura normalità, realizzando uno spettacolo che, con lo spirito e lo stile di sempre, coniughi la risata con la commozione, la leggerezza con la cultura, la raffinatezza con la volgarità. Il 15 e 16 febbraio sarà la prima volta, per le nostre Stagioni, di Ambra Angiolini che con Ludovica Modugno porterà in scena "Il nodo" di Johnna Adams con la regia di Serena Sinigaglia. La Adams è considerata tra i più interessanti nuovi drammaturghi americani e il testo, di grande attualità, è stato rappresentato per la prima volta in Virginia per poi debuttare a New York con un grandissimo successo di critica. In un'aula di una scuola pubblica si presenta inaspettatamente all'insegnante la madre di un suo allievo, vittima di un episodio di bullismo, tornato a casa pieno di lividi e lei vuole capire il perché, sciogliere questo nodo, cercare la verità. Chiusura della stagione con “La rottamazione di un italiano perbene” tratto da “Il miracolo di Don Ciccillo” con Carlo Buccirosso e la sua numerosa compagnia. Il protagonista, ristoratore di professione , gestisce un ristorante di periferia ormai sull'orlo del fallimento e si trova a combattere una personale disperata battaglia con gli attacchi spietati di Equitalia. Un cancro indistruttibile colpisce la malvagità di sua suocera Clementina, integerrimo e spietato funzionario dell'Agenzia delle Entrate. Buona parte degli spettacoli sono in esclusiva regionale. I prezzi degli abbonamenti sono rimasti invariati.

 

Fra le stelle della Stagione 2021/2022 che si esibiranno a Pescara.

Dopo la forzata sospensione di un anno la Società del Teatro e della Musica “Luigi Barbara” ha predisposto un cartellone di altissimo livello con 28 concerti in abbonamento e 2 balletti per la 55ª Stagione Concertistica che, come di consueto, si svolgerà da ottobre a marzo al Teatro Massimo, con alcuni tra i più importanti artisti e orchestre di primo piano del panorama musicale attuale: una prestigiosa Stagione da incorniciare per un ulteriore salto di qualità. Ad aprire la Stagione l'8 ottobre al Teatro Massimo sarà Uto Ughi, uno dei più famosi artisti internazionali. Seguiranno altri grandi solisti quali Viktoria Mullova, Ramin Bahrami con Guido Rimonda, Richard Galliano, Dave Holland, John Scofield. Fra i Solisti va poi evidenziata la presenza di alcuni pianisti vincitori dei più prestigiosi concorsi internazionali quali Emanuil Ivanov (Premio Busoni 2019), Claire Huangci (Premio Geza Anda 2019), Davide Cabassi (Premio Van Cliburn). Di grande rilevanza sono l'Omaggio ad Astor Piazzolla nel centenario della nascita - che avrà come protagonisti Laura Morante con l'Ensemble Lumière, Richard Galliano, il più grande solista vivente di bandoneon e il Balletto di Roma con una produzione speciale “Astor, un secolo di tango” - e i Progetti Speciali con la “Gershwin Suite”, un progetto multimediale del Quartetto di Marco Guidolotti con voce recitante che racconterà la vita del celebre compositore americano con filmati inediti, Sergio Bini in arte Bustric con il Duo pianistico Biondi- Brunialti in “Pinocchio, libero tutti”, il progetto Six Pianos and Dancers ed infine "Yves condividereinnovando Montand, un italiano a Parigi" con Gennaro Cannavacciuolo. La 21ª edizione di Jazz ‘n Fall, interamente dedicata al Charlie Parker Centennial con la partecipazione del Duo Dave Holland-John Scofield, del Trio di Philip Catherine che giungerà dal Belgio in esclusiva italiana, la poderosa Saxes Machine di Bruno Biriaco e il Duo pianistico Dado Moroni e Danny Grisset, che presenteranno la loro YardBird Suite for pianos: A Parker Celebration. Nutrita, come di consueto, la sezione dedicata a Orchestre e Complessi che annovera, fra le altre, la presenza dell'Orchestra Sinfonica della Radio Televisione di Kiev, l'Orchestra di Padova e del Veneto, il Quartetto di Venezia, il Roma Tre Ensemble, l'EsTrio, lo zArt Quartet recente vincitore del Premio Dragoni 2019 di Milano, il Cuarteto Latinoamercano e il National Chamber Ensemble di Kiev.