Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


 

Mercoledì, 19 Giugno 2024 08:50

Il caso Rosenberg. I documenti declassificati non sciolgono i dubbi. Persino papa Pio XII chiese la grazia per loro.

Vota questo articolo
(0 Voti)

19 giugno 1953 una coppia di coniugi e attivisti politici statunitensi viene giustiziata sulla sedia elettrica nel carcere di Sing Sing. La condanna è di spionaggio per l'Unione Sovietica.

Negli anni '50, in pieno clima di caccia alle streghe del maccartismo, anni della guerra fredda, si svolge la vicenda si spionaggio di Julius ed Ethel Rosenberg, coppia di attivisti politici di sinistra, vengono accusati di cospirazione e spionaggio, incriminati di aver passato ad agenti sovietici segreti sulle armi nucleari.

I servizi USA vengono a conoscenza di fughe di notizie e documenti segretissimi sulle armi atomiche dai laboratori di Los Alamos, allertati dal fatto che già nel 1945 Mosca aveva reti di spionaggio a Washington. Insospettiti cominciano a pensare che NKVD, organo di polizia sovietico incaricato di contenere la criminalità, e il GRU, intelligence militare sovietica durante la guerra fredda, a quanto pare avrebbe infiltrati anche nei centri di ricerca atomica di Los Alamos, nel New Mexico.

Partono così le indagini.

Il 15 giugno 1950, l'FBI arresta David Greenglass , ex meccanico delle fabbriche atomiche di Los Alamos ( Nuovo Messico , Stati Uniti) e fratello di Ethel. Greenglass alla fine ammette di aver ricevuto denaro da una spia, Harry Gold , in cambio di informazioni sui piani per le fabbriche di Los Alamos e su di lui pende l'accusa di spionaggio URSS .

Il giorno dopo, probabilmente sotto minaccia, David Greenglass accusa il cognato Julius Rosenberg di essere la mente di questo caso di spionaggio. Arrestato e rilasciato la sera stessa, l'FBI non ha accuse contro di Julius ma lo tiene d'occhio anche se lui non cerca di fuggire. David Greenglass rifiuta di ripetere le accuse, così viene processato e rischia di essere estradato nel New Mexico. Alla seconda udienza , quattro giorni prima dell'arresto di Julius Rosenberg, Greenglass crolla e accusa Rosenberg di essere una spia e lo fa arrestare. Per farlo parlare anche la moglie Ethel Rosenberg è in arresto e incriminata. Suo cognato, David Greenglass, militare che lavorava a Los Alamos, il centro di ricerca che aveva sviluppato la prima bomba atomica, decide di collaborare con gli investigatori in cambio di uno sconto di pena: dichiara che di aver consegnato a Julius Rosenberg, marito di sua sorella Ethel, dei documenti segreti e che questi documenti erano stati copiati proprio da Ethel.

Julius Rosenberg era nato in una famiglia di immigrati ebrei a New York, si arruolò nell'esercito come addetto ai radar. Nel 1940, allo scoppio della seconda guerra mondiale, divenne un leader della Lega dei giovani comunisti statunitensi mentre frequentava il City College di New York. Nel 1936 incontrò in un gruppo Ethel Greenglass, aspirante attrice e cantante, dovrà, però, accontentarsi di un impiego da segretaria in una società di spedizioni, il matrimonio nel 1939, lo stesso anno della laurea di Julius  in ingegneria elettrica.

L'indagine che li porta alla condanna alla sedia elettrica nel penitenziario di Sing Sing dello Stato di New York il 19 giugno 1953 aveva preso l'avvio, poco più di due anni prima, dalla scoperta di testi sospetti battuti a macchina da Ethel Greenglass, nell'ufficio della società di spedizioni navali in cui la donna lavorava come segretaria.

Il 6 marzo 1951 inizia il processo e il 5 aprile si conclude con la condanna a morte. La sentenza di morte viene eseguita nonostante i molti appelli internazionali in favore della grazia, indirizzati da intellettuali di sinistra (tra cui Bertolt Brecht, Dashiell Hammett, Pablo Picasso, Frida Kahlo, Diego Rivera, Jean-Paul Sartre, Simone de Beauvoir) e dal papa Pio XII.

Altri co-cospiratori condannati  al carcere, incluso il fratello di Ethel, David Greenglass (che aveva fatto un patteggiamento ), sono Harry Gold e Morton Sobell. Klaus Fuchs , uno scienziato tedesco che lavorava al Los Alamos Laboratory, condannato nel Regno Unito.

I documenti originali?

Quando il governo degli Stati Uniti declassificò le informazioni su di loro dopo la caduta dell'Unione Sovietica, sembravano includere una serie di dispacci sovietici decodificati (nome in codice Venona), che descrivono dettagliatamente il ruolo di Julius come corriere e reclutatore per i sovietici, e informazioni sul ruolo di Ethel come complice che ha aiutato a reclutare suo fratello David nel giro di spie e ha svolto compiti d'ufficio come digitare documenti che Julius ha poi passato ai sovietici.

Nel 2008, gli Archivi nazionali degli Stati Uniti hanno pubblicato la maggior parte delle testimonianze del gran giurì relative al processo contro i Rosenberg.

Il progetto Venona fu un programma di collaborazione tra le agenzie di spionaggio degli Stati Uniti d'America con il MI5 e il GCHQ del Regno Unito, le cui attività si svolsero dal 1943 al 1980. Scopo era la decodifica dei messaggi spediti da diverse agenzie di spionaggio sovietiche. Si conoscono circa 13 nomi in codice per questo progetto comune. Nei primi anni della guerra fredda, Venona avrebbe fornito alle potenze occidentali informazioni importanti sulle attività dell'intelligence sovietica, come nel caso Rosenberg.

I figli dei coniugi Rosenberg hanno tentato per decenni di ottenere che fossero resi noti i documenti originali in base ai quali era stata condotta l'indagine. Di quei documenti sono note solo rielaborazioni prodotte negli anni settanta, in prossimità della loro desecretazione. 


In molti sostengono che Julius probabilmente sia stato davvero una spia, però su Ethel si pensa che sia stata solo incriminata per spingere ad avere informazioni dal marito. Il loro silenzio, forse perchè non c'era molto da dire, li ha condannati, ancora oggi c'è amarezza per un'esecuzione del genere in tempo di pace.

Il caso Rosenberg ha diviso gli Stati Uniti per decenni e ancora oggi i dubbi rimangono sulla vicenda.

Ultima modifica il Mercoledì, 19 Giugno 2024 10:38
 

chiacchiere da ape

Top News