Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Giovedì, 08 Giugno 2017 15:37

Montesilvano/via Ariosto. Alessio Pisciella: 50milioni di euro persi per riqualificazione

Scritto da A.C.

 Non si seda la polemica sullo sgombero di via Ariosto. Intervengono Pisciella e Sergio Sergi di art1mdp e Gabriele Di Stefano gruppo misto in comune.

 

Pisciella, “50 milioni di euro persi”. Sergi “pagano 200 persone per mancanza di programmazione”

“L'attuale amministrazione comunale è stata incapace di affrontare e risolvere il problema di via Ariosto percorrendo strade diverse, come ad esempio, bandi e finanziamenti europei per la riqualificazione di zone e quartieri disagiati.” Dice Alessio Pisciella "era stata messa a conoscenza di un particolare bando, scaduto ad aprile, Urban Innovative Action Initiative, per azioni innovative di sviluppo urbano sostenibile, finanziate con il supporto del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) per 50 milioni di euro. Tra i temi del bando, proprio le azioni per facilitare l’integrazione di lungo periodo di migranti e rifugiati nel tessuto sociale urbano, oltre che economia circolare e mobilità urbana sostenibile. Una concreta occasione persa, un danno innanzitutto per i cittadini di Montesilvano che avrebbero potuto trovare nuove forme di lavoro e sviluppo".

“Davvero qualcuno pensa che a chi viveva in via Ariosto piacesse vivere in quelle condizioni? Qualcuno pensa davvero che ora delle situazioni simili come Via Lazio o Via Rimini siano risolte o che non abbiamo gli stessi problemi?” Chiede “ Urgono strategie ed idee vere se chi oggi siede in consiglio comunale o in giunta non è in grado non continui a far del male alla nostra città ma vada via il più presto possibile.”

Continua Sergio Sergi “Quello che il Sindaco Maragno sta cercando di fare è di sacrificare e far pagare a circa 200 persone, per lo più con regolare permesso di soggiorno, per la sua totale mancanza di programmazione sulla gestione immigrati, ed in particolare sulla fallimentare gestione dello SPRAR e dei CAS".

“L'immigrazione sarà sempre di più un evento con cui dovremo convivere e fare i conti, non ci saranno muri in grado di contenere questo fenomeno.” Si legge in un comunicato Art1mdp “Su questi temi il Sindaco Maragno deve dare conto, non a noi, ma ad una città di oltre 50mila abitanti che ha bisogno di concrete iniziative per il lavoro, il commercio, il turismo, e non di spot elettorali fini a se stessi e buoni, forse, per tirare a campare un'altra stagione estiva”.

Di Stefano, via Ariosto spero che non ci sia cementificazione selvaggia

“Lo sgombero di via Ariosto è stato doloroso per le sofferenze subite da parte di tutti coloro che sono stati costretti ad abbandonare le loro abitazioni, ma anche per chi, in primis le forze dell'ordine, che hanno dovuto eseguire le operazioni di sgombero ed anche da parte dell'amministrazione che ha emesso l'ordinanza. “ Interviene l'ex PD Gabriele Di Stefano “Per la città di Montesilvano, verrà riqualificata un zona della città, spero questa situazione che si è venuta a creare non si trasformi in una cementificazione selvaggia, che crei ulteriore degrado”

“Dopo questa prima fase delicata, ci sarà sicuramente una ripresa, in quanto è stato eliminato un ghetto con enormi problemi di criminalità di igiene, sovraffollamento ed in sintesi di invivibilità.” Di Stefano prosegue “Spero che tutti loro ritrovino la serenità, un lavoro onesto e l'integrazione necessaria per una vita migliore.”