Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Sabato, 07 Dicembre 2019 18:24

Serie B, Pescara-Venezia 2-2

Scritto da
Galano a segno anche contro il Venezia Galano a segno anche contro il Venezia Pescara Calcio

Come nel match di due settimane fa contro la Cremonese, sfuma proprio nel finale la vittoria del Delfino, rimontato in casa dal Venezia dopo essere stato in vantaggio di 2-0. Il risultato, in realtà, è giusto, perché i lagunari nell'arco dei 90' hanno condotto costantemente la gara, ma è grande in casa biancazzurra il rimpianto per l'ennesimo successo svanito per un soffio.

 

Zauri torna al 4-3-2-1, con Galano e Machin a supporto del centravanti Borrelli, e proprio i due fantasisti confezionano il primo gol, dopo 11', quando Machin si libera dell'avversario e dal fondo confeziona un assist al bacio per Galano, che di testa realizza il suo 9° sigillo stagionale. Inizia quindi il monologo dei veneziani, che nella prima frazione di gioco collezionano ben quattro palle gol (tra cui un clamoroso palo colpito da Capello al 33') senza raggiungere il meritato pareggio. Anzi, ad inizio ripresa è Machin a siglare il raddoppio per i padroni di casa con uno splendido destro a giro da posizione decentrata. Questa volta i giochi sembrano fatti, ma al 71' un grave errore di Kastrati (che goffamente infila la palla nella propria porta dopo una innocua conclusione degli ospiti) riapre la gara. Zauri purtroppo punta solo a difendersi sostituendo Machin con un difensore e Brunori fallisce, solo dinanzi alla porta, la rete del 3-1 (87'); così, secondo la più antica legge del calcio, al gol mangiato segue il gol subìto: quello che Aramu due minuti dopo realizza calciando di sinistro al volo dopo un traversone dalla destra. Nel finale il Pescara rialza la testa, creando due grandi occasioni con Galano e Kastanos, ma ormai non c'è più tempo: finisce 2-2.

 

PESCARA (4-3-2-1): Kastrati; Zappa, Bettella, Scognamiglio, Masciangelo, Memushaj, Kastanos, Busellato (72' Crecco), Machin (80' Ciofani M.), Galano, Borrelli (65' Brunori). All.: Zauri.

VENEZIA (4-3-1-2): Lezzerini; Fiordaliso, Modolo, Casale, Ceccaroni; Suciu, Fiordilino, Maleh (48' Zigoni); Aramu; Capello, Di Mariano (75' Bocalon). All.: Dionisi.

Arbitro: sig. Robilotta di Sala Consilina.

Marcatori: 11' Galano, 48' Machin, 71' aut. Kastrati, 89' Aramu.

Note: ammoniti Aramu, Galano; spettatori 5.438 per un incasso di 32.337 €.

 

Ultima modifica il Sabato, 07 Dicembre 2019 18:37