Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


 
Lunedì, 21 Dicembre 2020 17:43

Montesilvano/Urbanistica. Con sottotetto condonato aumento cubatura ma è legittimo.

Scritto da Angela Curatolo
M5S e PD M5S e PD

 PD-M5S presentano Mozione cambiare norme tecniche di attuazione per i sottotetti e chiedono sospensiva in autotutela per lavori palazzo largo Venezuela

La questione è tecnica è merita attenzione. Quindi l'opposizione ha organizzato una conferenza stampa sul posto, Largo Venezuela, di fronte ad un palazzo in costruzione in attesa di sentenza del consiglio di Stato, per spiegare la richiesta esperita all'Amministrazione, durante la commissione garanzia della scorsa settimana, giovedì: sospenderne i lavori in autotutela. La risposta è stata negativa.

Ecco le ragioni.

Due le questioni affrontate oggi dai consiglieri di opposizione in merito al tema urbanistico per la città.

La prima relativamente a quanto emerso dall’ultima Commissione di garanzia, convocata giovedì scorso dal Presidente Antonio Saccone, in merito al sottotetto di un edificio in cantiere sul curvone, rispetto al quale i consiglieri dem e pentestellati chiedevano la possibilità all’Amministrazione di valutare una sospensiva in autotutela. “Si tratterebbe - spiegano i consiglieri - di una sospensiva relativamente alla realizzazione della sola parte interessata dal provvedimento, e non per l’intero edificio, in considerazione del pronunciamento del Consiglio di Stato su una situazione similare che interessa una palazzina in Via Liguria”.

Sulla palazzina, infatti, dopo che la sentenza del Tar che ha rigettato l’istanza cautelare in primo grado presentata dai residenti del quartiere costituitisi in giudizio, il Consiglio di Stato con ordinanza del 20 novembre scorso ha invece accolto la stessa sospendendo gli effetti del permesso a costruire per approfondimenti. “In sede di Commissione di Garanzia, è emersa – come spiegano i consiglieri - la volontà politica di non percorrere la sospensiva, anche solo per la parte interessata dal provvedimento, cioè il sottotetto, per evitare le conseguenze risarcitorie al committente in caso di rigetto”.

Tuttavia per sedare ogni dubbio, i consiglieri di opposizione hanno deciso di presentare una interpellanza tecnica per valutare la possibilità di percorrere questa via. Tra l’altro affermano “Si tratta di poco tempo, essendo l’udienza di merito prevista al massimo per marzo prossimo, evitando così di costruire qualcosa su cui deve ancora pronunciarsi nel merito il Consiglio di Stato”.

“Siamo ben consapevoli che, stando alle attuali norme comunali, ad oggi il permesso a costruire è legittimo, tuttavia proprio perché intendiamo porre fine al perverso meccanismo che autorizza, attraverso il recupero abitativo dei sottotetti innalzamenti fuori dimensionamento, con aumento delle cubature e un risultato aberrante dal punto di vista architettonico e paesaggistico, in attesa che si realizzi il nuovo piano regolatore, presenteremo una mozione che impegna l’Amministrazione a cambiare le norme tecniche di attuazione relativamente alla parte che consente questo scempio”.

"Noi non siamo contrari a costruire, ci mancherebbe, sono un architetto - tiene a sottolineare Gabriele Straccini del M5S - ma ci battiamo affinchè lo si faccia correttamente".

"Ogni volta che tocchiamo l'argomento Urbanistica a noi del PD - fa presente Romina Di Costanzo - ci vengono rinfacciate le attività svolte dal centro sinistra 20 anni, ma noi non siamo le stesse persone che governavano all'epoca, siamo altri, e poi il centro destra, tranne la piccola parentesi di 18 mesi Di Mattia, governa da 15 anni, perchè non ha cambiato le cose?"

E al 5stelle cosa viene opposto quando si tocca l'argomento spinoso?

"Che siamo del 5Stelle" conclude simpaticamente Paola Ballarini.

Ultima modifica il Lunedì, 21 Dicembre 2020 18:48

chiacchiere da ape