Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


 
Martedì, 05 Ottobre 2021 11:43

Abruzzo nogreenpass. Sciopero della fame e sete ad oltranza: chiediamo di essere ascoltati.

Scritto da redenz

#NOGREENPASS #NONTOCCATEIMINORI 

"In queste prime settimane di scuola, taluni istituti si sono reinventati Hub vaccinali, e passerelle per politici e vaccinatori, mentre tali ed altri hanno stentato a tal punto, dal tardare persino nell’attivazione della didattica a distanza, lasciando gli studenti malati senza supporto per oltre 20 giorni." E' il Gruppo Permanente di Lavoro insieme a Nico Liberati a dichiararlo. "Certo sono pochi casi, ma anche nel caso isolato noi riponiamo la massima attenzione, come quello di un insegnante di scienze naturali in servizio presso un Liceo Classico prestigiosissimo, che ha ritenuto idoneo effettuare l’appello in base allo stato vaccinale degli studenti [per ultimi i non vaccinati?]". Annunciano così:

"Denunceremo con forza, questi gravissimi episodi di bullismo istituzionale e discriminazione nelle scuole Abruzzesi: per cui venerdì p.v. verranno depositati i primi esposti querela [sempreché i servizi ispettivi preposti non sappiano prendere provvedimenti per tempo].

Anche perché, deve essere chiarito, che la scuola non è il terreno di scontro tra due fazioni avverse che si escludono a vicenda, pro-vax e no-vax, ma piuttosto il primo luogo ideale ove riabilitare e favorire, un ampissimo dibattito attraverso il quale garantire finalmente la discussione e disinnescare lo scontro. Bisogna impedire quella comunicazione deflagrante partigiana e scellerata, cui noi tutti abbiamo assistito dall’inizio della pandemia. Per questo deve immediatamente essere restituita agibilità sociale per chiunque ci stia ancora pensando, ed anche per chi abbia già deciso di non ricevere il farmaco. Se vogliano davvero garantire la sicurezza e la salute tutto si gioca sul tema dei tamponi, del tracciamento, e delle cure domiciliari, i vaccini sono un tema vecchio, sorpassato e abusato. I tamponi, che l’anno scorso erano gratis, oggi sono a pagamento, e per giunta costano dieci volte rispetto al resto d’Europa. Gli unici costretti a dovere verificare se sono potenzialmente infetti, come se fossero gli unici esposti al contagio, restano solo (attraverso una scelta ideologica arbitraria e vessatoria) i non vaccinati. Ora, prima che il terreno di scontro, non solo si trasferisca nelle scuole, ma che addirittura le scuole si trasformino luoghi di culto e palcoscenico dello scientismo imperante, e che vengano avvelenati anche gli animi dei minori e dei più fragili, riteniamo opportuno richiamare l’attenzione sui tantissimi episodi di intolleranza e chiedere di tornare ad un linguaggio di responsabilità, di autorevolezza e non di autoritarismo. A partire dalle misure ideologiche, come quella del famigerato Green Pass, e disgustati da tale aberrazione normativa, e considerata anche l’irrilevanza del passaporto vaccinale per tutela della salute, noi ci opponiamo, non solo attraverso una protesta, estrema, ferma e decisa: ma soprattutto formulando una proposta. " Chiedono l’apertura di un tavolo, di un dibattito, sulle tematiche seguenti: CENSURA DI TUTTI I COMPORTAMENTI DISCRIMINATORI.p> "Attraverso un intervento, una circolare ai dirigenti di tutte le scuole, da parte dell’Ufficio Scolastico Regionale Abruzzo, che peraltro è già stato interessato da questa richiesta via Pec 1.Chiediamo riscontro, da parte delle direzioni scolastiche, sia chiarito una volta per tutte [ad esempio] che è vietato chiedere chi sia o meno vaccinato. 1 Amministrazione : m_pi - Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca Area Organizzativa Omogenea : AOODRAB - Ufficio Scolastico Regionale per l'Abruzzo Protocollo n. : 13842 del : Registro Ufficiale AOO AOODRAB Data di arrivo : 10/09/2021 Mittente : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) Oggetto : POSTA CERTIFICATA: DIFFIDA AD ADEMPIERE - Protocollo n. 104520210015P del 10/09/2021 Classificazione : 07.01.03-Conciliazioni, esposti, diffide e reclami Data stampa: 14/09/2021 GRATUITA’ DEI TAMPONI [SOPRATUTTO PER I MINORI] Garantendo la sicurezza e persino il tracciamento [come mai non è adoperato alcun sistema di tracciamento attivo delle infezioni?] dove sono finite le Applicazioni come IMMUNI. APPROVAZIONE DEI PROTOCOLLI DI CURA DOMICILIARI Con l’approvazione delle recenti terapie anti-Covid, il vaccino non è più l’unica risorsa contro la COVID-19, ma soprattutto questi vaccini che sono in autorizzazione condizionata, non possono più costituire l’unico presidio, in presenza di terapie approvate. Curarsi a casa è meglio che essere ospedalizzati, specie per i minori. ATTIVAZIONE DI UN SISTEMA DI MONITORAGGIO ATTIVO DELLE REAZIONI AVVERSE DEI VACCINI SUI MINORI "

Concludono: "Gravissima preoccupazione desta poi, la pretesa di somministrare ai minori i vaccini come già proposto per gli adulti [con un sistema di monitoraggio passivo degli eventi avversi]. I casi di mortalità tra minori, o gli effetti avversi non possono venire trattati allo stesso modo, per i minori è necessaria maggiore cautela e cura, attuando maggiori precauzioni: come quella, ad esempio, di un sistema di monitoraggio attivo delle reazioni avverse dei vaccini [sempre da attivare dietro il consenso dei genitori]. "

"Chiediamo attenzione e di essere ascoltati dalla Regione Abruzzo, dagli Assessori con delega alla Sanità, ed alla istruzione ed Università, dal Presidente della Regione e dal Presidente del Consiglio Pari Opportunità. Lo sciopero sarà revocato solo qualora venga insediato un tavolo, congiunto tra i diversi attori, per l’ampia discussione delle tematiche indicate. "

chiacchiere da ape