Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


 

Mercoledì, 09 Marzo 2022 17:47

Abruzzo, incontri e cultura nel fine settimana.

Alcuni eventi culturali del fine settimana in Abruzzo

 

Pescara, evento su "Filomena Delli Castelli - Una donna della Democrazia Cristiana"

E' previsto per sabato 12 marzo 2022 alle ore 10.30 presso l'Aurum di Pescara. Nell'occasione l'Archivio di Stato riallestirà la mostra su Delli Castelli, già allestita mesi fa e che ha dato spunto all'iniziativa dell'Istituto Spataro.

Giulianova, Remo Rapino a Parole in circolo. La rassegna “Parole in circolo” ospita Remo Rapino. Il noto scrittore abruzzese presenterà le sue “Cronache dalle terre di Scarciafratta” sabato 12 marzo, al Kursaal di Giulianova. Sabato prossimo, 12 marzo, alle 18, al Palazzo Kursaal di Giulianova, sarà lo scrittore abruzzese Remo Rapino, già Premio Campiello 2020 con “Vita, morte e miracoli di Bonfiglio Liborio”, l’ospite d’eccezione del terzo incontro della Rassegna culturale “Parole in circolo”, organizzata dall’Associazione culturale “Forum Artis”, in collaborazione con la Biblioteca Civica “Vincenzo Bindi”, con il sostegno e il Patrocinio dell’Amministrazione comunale – Assessorato alla Cultura. Rapino presenterà il suo “Cronache dalle terre di Scarciafratta”, edito nel 2021 da Minimum Fax. Nome noto del panorama culturale italiano, l’autore si è distinto per una lingua imprevedibile, storta e circolare, a metà tra tradizione e funambolismo. È riuscito a divertire e a commuovere attraverso la figura di un matto come Liborio, una “cocciamatte”, protagonista centrale del romanzo che lo ha portato al successo nel 2020. Romanzo corale, invece, “Cronache dalle terre di Scarciafratta”, in cui Rapino, tra risa e lacrime, racconta l’epopea degli ultimi, degli «spasulati» e dei folli della sua regione. Scarciafratta è infatti una Macondo d'Abruzzo. Inerpicata tra i crinali dell’Appennino, è un teatro di fantasmi e di visioni in cui vive Mengo con Sciambricò, un cane pastore dagli occhi chiari. A dialogare con lo scrittore ci sarà la giornalista Alessandra Angelucci, curatrice della rassegna. L’incontro sarà arricchito da alcune letture del romanzo, accompagnate dalle musiche della giovane violinista giuliese Eleonora Montini. Letture affidate a Paola Cianella, Alessio D’Egidio e Monica Martelli. Ingresso libero.

Giulianova, Giornata nazionale del Paesaggio

Domenica 13 marzo, Giornata nazionale del Paesaggio: la Pinacoteca “Vincenzo Bindi” di Giulianova promuove la conoscenza della sua collezione pittorica ottocentesca con uno speciale appuntamento di “GiocaCultura” e con “Passeggiata a Posillipo”. In occasione della “Giornata nazionale del Paesaggio”, che si svolgerà domenica prossima, 13 marzo, la Pinacoteca civica “Vincenzo Bindi”, cuore dei musei civici di Giulianova, invita a vivere due esperienze nelle sale della rinata casa museo. La Giornata, istituita in Italia con l’obiettivo di promuovere la cultura del paesaggio in tutte le sue forme e di sensibilizzare i cittadini sui temi ad essa legati, prevede a Giulianova due iniziative per conoscere una delle più importanti collezioni pittoriche di Paesaggio meridionale dell’Ottocento, quella di Vincenzo Bindi. Alle 16, un nuovo appuntamento con “GiocaCultura”, stavolta dal titolo “L’Acquerello e la poesia del paesaggio”, riservato agli aspiranti artisti dai 3 ai 12 anni. Dopo la scoperta degli acquerelli della quadreria di Vincenzo Bindi, ci si sposterà nel Loggiato “Riccardo Cerulli” per cimentarsi nella realizzazione di opere su cartoncino con la tecnica dell’acquerello. Durante il laboratorio, si avrà la possibilità di conoscere la storia della tecnica e di utilizzare anche colori naturali estratti dalle piante, dagli ortaggi e dai frutti. Alle 16.30, con il biglietto d’ingresso ai musei, le famiglie potranno partecipare alla “Passeggiata a Posillipo”, una speciale visita guidata nelle sale della dimora storica del collezionista, per immergersi nei paesaggi, nella storia e nelle vite degli artisti più famosi dell’omonima Scuola napoletana, custoditi ed esposti nella Pinacoteca civica giuliese. Entrambe le attività devono essere prenotate entro sabato 12 marzo al numero 0858021290, o scrivendo alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure alle pagine social del Polo Museale Civico Giulianova e della Pinacoteca civica Vincenzo Bindi Giulianova. Il laboratorio ha un costo di 10 euro a partecipante.

Controguerra, Ha Assenze la notte.

Venerdì 11 marzo, alle ore 21 nell’Enoteca Comunale di Controguerra, verrà presentato “Ha assenze la notte”, il romanzo noir d’esordio di Sandro Galantini (edizioni Il Viandante). Dialogherà con l’autore la scrittrice Martina Palandrani. Per partecipare all’incontro, ad ingresso libero, sono necessari Green pass e mascherina. L’incontro è il primo della rassegna culturale “Alle 9 della Sera”, ideata ed organizzata dal vicesindaco Fabrizio Di Bonaventura e che proprio quest’anno taglia il traguardo della settima edizione. Il libro. Il romanzo, ambientato a Milano, prende avvio nella notte di Natale del 1998. Un attentato dinamitardo coinvolge la guardia giurata ventisettenne Rocco Sparàno, privandolo di un occhio e dell’uso parziale di una gamba. A collocare l’ordigno è stato Carlo Valmandra Bolognesi, giovane studente universitario appartenente ad una ricca famiglia borghese e militante in un gruppo anarco-insurrezionalista. Si srotolano da questo momento, e per quasi un ventennio, le vicende in parallelo dei due protagonisti, dando luogo ad un confronto serrato, sebbene diseguale, con gli acuminati frammenti dell’esistenza. L’autore. Sandro Galantini storico, giornalista e saggista, ha conseguito la laurea in Giurisprudenza all’Università di Urbino specializzandosi poi presso la Scuola di Applicazione Forense dell’Università di Teramo. È autore di circa cento tra volumi, saggi e contributi apparsi in opere collettanee ed in riviste scientifiche. Membro di numerosi sodalizi ed istituti di ricerca, è stato direttore responsabile del quadrimestrale di letteratura “Lìnfera” di Roma vincendo nel 2003 il premio giornalistico nazionale “G. Polidoro” per la sezione carta stampata. Per benemerenze culturali e chiara fama, nel 2013 è stato insignito del titolo di Cavaliere e quindi, nel 2019, di quello di Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

San Giovanni teatino, “Marzo in Rosa” inizia il 12.

"Non c’è solo l’8 marzo per festeggiare la donna, e soprattutto un solo giorno non può bastare per celebrarla. Per questo abbiamo voluto organizzare una serie di eventi, per tutto il mese di marzo, per parlare di sogni, passioni, coraggio, diritti, forza e fragilità dell’universo femminile. Attraverso il prendersi cura dentro e fuori di se’, percorreremo insieme un viaggio tra libri, dibattiti, convegni e iniziative in…rosa, che ci farà scoprire e vivere questo mondo femminile nella sua pienezza, alla scoperta delle sue infinite sfaccettature. Così l’assessore alla cultura Simona Cinosi ha presentato la prima edizione di “Marzo in Rosa”, che include il già conosciuto “Marzo è Donna”. Il programma ha inizio sabato 12 marzo con il progetto: “Abbi cura di Te” - alberi… all’uncinetto. Avere cura e rispetto di sé è il primo passo per prendersi cura dell’altro, della natura, del mondo. Nell’ambito del “Marzo è Donna”, sempre sabato 12 Marzo, presentazione del libro “LA MAMMINA” della scrittrice Roberta Zimei. Se il titolo può far pensare ad una storia leggera e magari tinta di rosa, in realtà il libro affronta uno dei temi più terribili dell’attualità: il femminicidio.

Ultima modifica il Mercoledì, 09 Marzo 2022 18:05

chiacchiere da ape