Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


 

 
 
Venerdì, 14 Ottobre 2016 20:48

Pescara Sampdoria, titolari Aquilani e Bahebeck.

Pescara Sampdoria Pescara Sampdoria da Fb Pescara calcio

di Massimo Sanvitale

Domani, con inizio ore 18:00, il Pescara ospiterà allo stadio Adriatico la Sampdoria del tecnico abruzzese Marco Giampaolo. Biancazzurri in cerca della prima vittoria, con la speranza che questo obiettivo non diventi un’ossessione.

 

“Se non dovessimo vincere, non sarebbe la fine del mondo”, esordisce mister Oddo in conferenza. Ancora: “In questa categoria bisogna saper gestire 20 sconfitte”. È un numero che può turbare, lasciare sgomenti per le immagini che inevitabilmente plasma nella mente del tifoso. Eppure, dati alla mano, non deve stupire. Infatti: la scorsa stagione, Palermo e Udinese hanno chiuso salve con 19 sconfitte; nella stagione 2014/2015 è l’Atalanta ad essersi salvata come quartultima, con 15 sconfitte ma ben 16 pareggi (quasi un record); nella stagione ancora precedente – 2013/2014 – il Sassuolo raggiungeva la salvezza dopo aver incassato la bellezza di 22 sconfitte. Tutti questi numeri a voler ribadire quanto da settimane sosteniamo con forza: equilibrio! Gridato a tutta voce e in antitesi con il suo significato. Serve l’equilibrio che la piazza di Pescara non ha mai avuto, arrivando spesso a rifiutarlo e respingerlo perché creduto sinonimo di “catenaccio”, calcistico e metaforico. Pazienza, realismo e ottimismo, ciò che squadra e allenatore meritano.

 

Zampano sconterà il secondo e ultimo turno della sua incredibile squalifica, Crescenzi non ci sarà per problemi fisici, mai così inopportuni, così giocherà Vitturini. “Mi fido di lui al 100%”, dichiara saggiamente il mister. Il terzino pescarese, neodiplomato al Liceo Classico, ha fornito ampie prove di affidabilità, tuttavia esordire in serie A non è mai semplice, di conseguenza giocherà Memushaj con il preciso compito di aiutarlo sulla fascia destra. “L’ho visto molto bene in questi due giorni”, dice Oddo del capitano. Prosegue poi: “Giocheranno Aquilani e Brugman a centrocampo”, non ci sarà, dunque, il cambio di modulo ipotizzato in settimana. Aquilani sarà la mezzala sinistra, è la grande e meritata vittoria di Brugman. Non solo, potrebbe realmente essere una soluzione stabile. Infatti, Oddo sull’ex Sporting: “Sono 20 anni che ricopre ruoli diversi da quello del play, può tranquillamente fare la mezzala”, siamo d’accordo. Anzi, ribalteremmo la prospettiva: non riusciamo proprio a rintracciare alcuna ragione secondo la quale Aquilani non potrebbe fare la mezzala. Ora che sembra aver raggiunto una buona condizione fisica, siamo davvero curiosi di vedere se troverà la necessaria intesa con Brugman. Campagnaro ha recuperato dai consueti fastidi al polpaccio e dovrebbe essere il centrale titolare al fianco di Fornasier, Coda andrà in panchina ma pienamente ristabilito, così come Pepe. Ci sarà, per la prima volta dall’inizio, Bahebeck. Tante – forse troppe – le speranze riposte su di lui dai pescaresi. Il francese è un ragazzo di appena 23 anni e alla prima esperienza in serie A al quale si chiedono i gol salvezza, serviranno spalle larghe per non subire il peso della responsabilità.

 

La Sampdoria ha una classifica non consona alla squadra, composta da tanti talenti e altrettanti giocatori di sicura riuscita. Il momento di difficoltà che sta vivendo deve, naturalmente, essere sfruttato dai biancazzurri. Ballottaggio Budimir-Quagliarella in avanti, con il primo che sembra favorito, mentre Torreira – grande ex – è diventato una pedina fondamentale della squadra. Il modulo blucerchiato sarà 4-3-1-2, lo stesso del Chievo. Siamo certi che Oddo saprà come affrontarlo.

 

Probabili formazioni:

 

Pescara (4-3-2-1): Bizzarri; Vitturini, Campagnaro, Fornasier, Biraghi; Brugman, Aquilani, Memushaj, Benali, Caprari, Bahebeck.  A disp.: Fiorillo, Pigliacelli, Bruno, Coda, Zuparic, Verre, Mitrita, Pepe, Pettinari. All.: Oddo

Squalificati: Zampano (1)

Indisponibili: Manaj, Gyomber, Crescenzi, Muric

 

Sampdoria (4-3-1-2): Viviano; Sala, Silvestre, Skriniar, Regini; Fernandes, Torreira, Linetty; Alvarez; Muriel, Budimir. A disp.: Puggioni, Tozzo, Krajnc, Pedro Pereira, Dodò, Eramo, Barreto, Cigarini, Djuricic, Praet, Quagliarella, Schick. All.: Giampaolo

Squalificati: -

Indisponibili: Carbonero, Pavlovic, Palombo

chiacchiere da ape