Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Venerdì, 15 Novembre 2019 17:20

Scomparso l’ultimo partigiano della eroica “Brigata Maiella”: Nicola Di Rito

Scritto da P.V.

 è morto nel giugno di quest’anno nel Delaware. Era nato a Lama dei Peligni (CH) nel 1927.

 

 A divulgare la notizia è Geremia Mancini – presidente onorario "Ambasciatori della fame".

Nicola Di Rito nacque a Lama dei Peligni (CH), il 1 giugno del 1927, da Domenico (cinquantunenne "contadino" figlio di Nicola Vincenzo e Maria Vincenza) e da Maria Concetta Caprara (quarantacinquenne "contadina" figlia di Camillo e Maria Luigia Di Rito). I suoi genitori si erano sposati il 5 novembre del 1908. Prima di lui erano nati: la sorella Giovannina nel 1910 e il fratello Luigi nel 1915 (morto negli Stati Uniti nel 1976). Nicola giovanissimo si trovò a far parte della "Brigata Maiella". Un ricordo indelebile, quello di aver preso parte alla "Resistenza", che lo ha accompagnato per tutta la sua vita. Dovette insistere con i capi della "Brigata Maiella", vista l'età, per poter essere partecipe di quella eroica avventura. Ricordava che lo chiamavano " caporale" e che ebbe l'incaricato di custodire i prigionieri di guerra tedeschi. Ricordava, commuovendosi, ilcoraggio dei suoi capi, gli eccidi, le macerie, di quando fecero saltare un ponte, di quando fecero irruzione per rubare armi e anche degli scontri a fuoco con i nazisti. Negli Stati Uniti si trovò spesso a dover narrare, soprattutto ai giovani, di quella esperienza e diceva sempre: "Le persone guardano la guerra in televisione ma dimenticano cosa è stata davvero quella drammatica esperienza per conquistare la Libertà". Amava anche scrivere poesie sulle sue essere stato un emigrante. Nicola sposò a Lama dei Peligni, nel 1956, Anna. Subito dopo il matrimonio partì per gli "Stati Uniti" e sbarcò ad "Ellis Island" dalla nave "Conte Grande". La moglie lo raggiunse, due anni più tardi, nel giugno del 1958. Dal 1960 Nicola e Anna, non ebbero figli, vissero a New Castle nel Delaware. Qui Nicola lavorò, come saldatore, per la "Abex Amsco". Successivamente i Di Rito si trasferirono a Wilmington nel Delaware dove, Nicola, è morto il 7 maggio del 2019.

"Il tempo sta portando via tutti coloro a cui dobbiamo dire grazie per averci restituito libertà e democrazia. È necessario per questo continuare l'opera della memoria che il partigiano Nicola Di Rito ha portato avanti. Saremo sempre grati alla Brigata Majella e ai suoi partigiani. Tutta Sinistra italiana abruzzese si stringe attorno alla famiglia". Così Daniele Licheri - Segretario Regionale Sinistra italiana Abruzzo Pierpaolo Di Brigida - Segretario Provinciale Federazione di Pescara Sinistra Italiana.