Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


 

Martedì, 12 Maggio 2020 19:20

SiAmo Montesilvano, ci sarà il rimpasto in Giunta?

Enea D'Alonzo primo dei non eletti in Lega Enea D'Alonzo primo dei non eletti in Lega foto di Angela Curatolo copyright

Il gruppo dei 5 UDC/Lega è ormai ufficiale. Cosa accadrà al bilancio se si dovesse andare allo scontro?

Valentina Di Felice, Paola Ballarini, Giuseppe Menè, della Lega, Valter Cozzi e Lino Ruggiero, Udc, hanno deciso di unirsi in una nuova avventura, fondando un gruppo consiliare. Esperienza induce a riflettere che seguiranno richieste da una formazione così forte, preparata che, inoltre, pare godere di buoni rapporti con altri gruppi della maggioranza.

SiAmo Montesilvano, oltre a presentare indirizzi di programma, potrebbe provocare il rimpasto della giunta e nuovi ingressi, proprio sostenuti dal nuovo gruppo consiliare.

Potrebbe entrare in giunta uno dei candidati della Lega, liberando un posto in consiglio comunale destinato al primo dei non eletti, Enea D'Alonzo, che potrebbe scegliere di aderire a SiAmo Montesilvano.

Il partito Lega montesilvanese, fiore all'occhiello in Abruzzo, avrebbe ulteriore emorragia in Consiglio comunale.

Se entrasse invece un membro UDC, candidato nella lista Forza Italia, ci sarebbe una manovra indolore: uscendo, l'attuale assessore ai lavori pubblici Damiana Rossi rientrerebbe come consigliere comunale, perchè prima dei non eletti.

Qualcuno è convinto che se il sindaco O. De Martinis, leghista, decida di operare dei cambiamenti, potrebbe essere portato a lasciar andare proprio uno degli assessori del suo stesso partito. C'è chi sostiene, invece, che il sindaco potrebbe rifiutare di procedere a un rimpasto, preferendo ignorare la nuova realtà sorta in Consiglio Comunale e scegliere quindi di andare allo scontro.  Il voto di bilancio è vicino, è vero che vinse con quasi il 70% di preferenze, un trionfo, portando avanti una maggioranza di ben 17 voti (compreso il Sindaco), ma con 5 manine alzate in meno, per cominciar lo scontro, potrebbe essere dura ottenere i famosi 13 voti come richiesto dalla legge.

A quel punto nemmeno guardare a qualche 'uccel di bosco' potrebbe dare la certezza di raggiungere i numeri necessari.

Intanto, dopo la quarantena da Coronavirus, si attende la data del prossimo Consiglio Comunale.

Ultima modifica il Martedì, 12 Maggio 2020 20:10

chiacchiere da ape