Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Martedì, 30 Giugno 2020 15:59

Montesilvano/Estate Covid. Spiaggia libera ai balneatori, movida nei chioschi e Radio Mare

Scritto da Angela Curatolo

Fine Giugno. Siccome c'è il Covid, l'Amministrazione per la sicurezza dà 10mt di spiaggia libera ai balneatori, allo stesso tempo viene predisposto un bando per chioschi che hanno l'obbligo di creare movida, sempre sulla spiaggia libera. Inoltre ritorna Radio Mare. Questa è l'estate montesilvanese 2020.

Le spiagge libere di Montesilvano hanno una superficie pari ad oltre 50.000 mq,(56962,00), per il comune è necessario adottare in questa fase emergenziale "ogni accorgimento utile per limitare assembramenti o difficoltà nei controlli ed evitare che si possano riproporre focolai epidemici".

E' la premessa della delibera di giunta 128 del 2020 che dispone bando chioschi per la movida, affido di porzioni di spiaggia libera ai balneatori e attivazione di Radiomare.

Ecco le ragioni e i particolari.

Spiaggia libera ai balneatori

Il Comune 'accoglie' il suggerimento delle recenti di norme regionali sulla sicurezza, per l'emergenza Covid19, "è possibile affidare parte delle spiagge libere per compensare la diminuzione delle attrezzature balneari subite dalle concessioni limitrofe" e decide di dare in concessione porzioni di spiaggia libera ai balneatori in cambio di:

• controllo sul distanziamento sociale e divieto di assembramento;

• servizio di salvamento di tutto il tratto della spiaggia libera;

• messa a disposizione degli utenti della spiaggia libera dei servizi igienici della concessione balneare;

• messa a disposizione, gratuitamente, in favore delle persone diversamente abili di almeno 2 ombrelloni agevolmente accessibili.

Il Comune assegna, quindi, una porzione di spiaggia libera fino ad un fronte massimo di dieci metri agli stabilimenti balneari confinanti che ottempereranno ai protocolli di sicurezza COVID-19, la delibera impone all’operatore, per effetto della assegnazione di organizzare con fori perimetrati secondo quanto stabilito dalle norme sul distanziamento sociale, la spiaggia libera limitrofa di cui assume una quota parte.

Spiaggia libera a Lido Chiosco e Hotel.

Una ulteriore fascia verso sud pari a circa 2,5-3 metri viene data alla società “Lido il Chiosco srl”, in seguito ad una sua richiesta pervenuta, viene rideterminata una ulteriore fascia verso nord di metri 2,5-3 in favore del Grand Hotel Adriatico, consentendo l’apposizione di passerelle amovibili nello spazio centrale rimanente al fine di garantire, comunque, l’accessibilità al mare; di consentire, identicamente, all’”Hotel Promenade” di occupare parte del corridoio di accesso al mare garantendo comunque l’accessibilità al mare per una larghezza di metri tre.

Spiagge libere accessibili

L'Amministrazione, dopo aver eliminato due spiagge libere accessibili premiate, delibera anche di offrire un servizio idoneo e sicuro; ciò, anche con riferimento alle postazioni riservate alle persone diversamente abili nell’ambito delle spiagge libere. Non è chiaro se ripristinerà le due spiagge o una sola. Certo ci si chiede, perchè sono state smantellate a questo punto?

Chioschi e movida

Dopo la premessa della sicurezza per il Covid19 che ha mosso l'affidamento di porzioni di spiaggia libera ai balneatori, l'Amministrazione delibera la concessione mediante bando di una postazione di ristoro per il controllo delle spiagge libere, chioschi. Tra gli obblighi di erogare servizi commerciali di somministrazione di alimenti e bevande al pubblico, anche quello di organizzare eventi e manifestazioni che ingenerino movida, dalle ore 8:00 del mattino, sino alle ore 24:00, con possibilità di pausa dalle ore 15:00 alle ore 18:00, fatto salvo l’obbligo di garantire i servizi di sicurezza e salvaguardia della vita umana in mare e sulla spiaggia, nonché la pulizia, l’igiene e il decoro nel tratto di spiaggia libera oggetto dell’affidamento.

RadioMare ritornerà come un Grande Fratello.

Ritorna anche Radiomare, il sistema di diffusione sonora sarà attivato per diffondere e rammentare agli utenti delle spiagge le norme di distanziamento sociale e di comportamento in tema di COVID-19 (già deliberato da questo Ente) prevedendo la presenza degli operatori addetti alla gestione del servizio.

Come è scritto nella delibera di giunta 128.

Ultima modifica il Martedì, 30 Giugno 2020 16:50