Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


 
 
 

Lunedì, 15 Aprile 2024 09:23

15 aprile: nel 2017 muore all'età di 117 anni Emma Morano, l'ultima nata del 1900

La parola di oggi è Albedo

Il Santo

 Basilissa e Anastasia (morte nel 68 d.c.) furono una delle prime coppie di sante martiri a Roma.

Secondo la leggenda, erano due nobili matrone romane, divenute assidue fedeli degli apostoli Pietro e Paolo, dai quali avrebbero ricevuto il battesimo. In seguito al martirio dei due apostoli (all'incirca verso l'anno 67), si occuparono delle esequie e del seppellimento dei loro corpi. Fu probabilmente questo atto a decretare l'arresto delle due sante, le quali vennero condotte dall'imperatore Nerone e costrette ad abiurare la loro fede. Di fronte al loro rifiuto, vennero sottoposte ai più crudeli supplizi: vennero flagellate selvaggiamente con fruste, scorticate con uncini, e infine gettate nel fuoco. Per intervento divino, tuttavia, le sante rimasero illese, continuando a proclamare ad alta voce la loro fede. L'imperatore, adirato, fece tagliare loro la lingua e ordinò di decapitarle mediante la spada, supplizio eseguito attorno al 68, quando ormai il regno di Nerone volgeva al suo termine.

I resti delle due sante sarebbero ancora oggi custoditi nella chiesa di Santa Maria della Pace a Roma.

I Fordicidia

Fordicidia erano delle festività romane della fertilità che si tenevano il 15 aprile, in cui si offrivano in sacrificio delle mucche gravide, un atroce e cruento rituale. Dopo il sacrificio delle mucche in ciascuna delle trenta curie, gli embrioni dei vitelli venivano bruciati dalle vestali, che ne usavano le ceneri per purificare il popolo nei Parilia, il 21 aprile. Le loro ceneri sono conservate dalle vestali nel tempio di Vesta e utilizzate, mischiate con il sangue essiccato di un precedente sacrificio di cavallo e fusti di fave, per un rito di purificazione spargendole sui fuochi dei Parilia, per la purificazione dei pastori e delle mandrie. Ovidio, che descrive il rituale, può essere considerato un testimone degno di fede, in quanto racconta di aver partecipato più volte ai Parilia

Storia

In questo giorno:

  • Nel 1792 viene collaudata a Parigi la versione francese della ghigliottina utilizzando dei cadaveri; così la lama della macchina venne sostituita da ricurva in obliqua, così da assicurare una maggiore efficacia nel taglio. Il 17 aprile la macchina fu sperimentata nuovamente su alcuni montoni e cadaveri umani, con esito positivo. Era pronta per entrare in funzione. La ghigliottina non fu inventata dal dottor Joseph-Ignace Guillotin, da cui prese comunque il nome. Si stabiliva che le pene avrebbero dovuto essere identiche per tutti, senza distinzione di rango del condannato, il supplizio avrebbe dovuto essere il medesimo, indipendentemente dal crimine commesso, e che il condannato sarebbe stato decapitato per mezzo di un semplice meccanismo.
  • Nel 1865 Abraham Lincoln, 16º presidente degli Stati Uniti d'America, viene assassinato; il suo vicepresidente Andrew Johnson diventa il 17º presidente degli Stati Uniti d'America. Poco prima della fine della guerra, Lincoln aveva invitato il generale Grant a un evento mondano per quella sera, ma Grant aveva declinato. Senza la compagnia del generale e senza la sua guardia del corpo Ward Hill Lamon, Lincoln e la sua famiglia andarono al Ford's Theatre, a Washington, dove era in programma Our American Cousin, una commedia musicale dello scrittore britannico Tom Taylor (1817-1880). Nell'istante in cui Lincoln prese posto nel palco presidenziale, John Wilkes Booth, un attore della Virginia simpatizzante sudista, entrò nel palco e sparò un colpo di pistola calibro 44 alla testa del presidente, gridando "Sic semper tyrannis!". "Così sia sempre per i tiranni!" ed era il motto dello Stato della Virginia, nonché la frase che secondo alcuni fu detta da Bruto nell'uccidere Cesare (ma probabilmente mai realmente pronunciata). Secondo alcune testimonianze, l'assassino aggiunse poi: "il sud è vendicato", saltando successivamente giù dal palco e rompendosi conseguentemente una gamba. I cospiratori avevano pianificato l'assassinio di altri ufficiali del governo nello stesso istante, ma Lincoln fu l'unica vittima. Booth si trascinò al proprio cavallo e riuscì a fuggire, mentre il presidente fu portato in una casa dall'altro lato della strada, oggi chiamata Petersen House, dove giacque in coma per alcune ore prima di morire. Fu ufficialmente dichiarato morto alle 7:22 del mattino del 15 aprile 1865. Booth fu scoperto nascosto in un granaio e venne ucciso.
  • Nel 1874 al numero 35 del Boulevard des Capucines a Parigi si inaugura la prima mostra degli impressionisti. Il dipinto "Impressione, levar del sole" realizzato proprio da Monet darà il nome al movimento, dopo le critiche di un giornalista che la definì incompiuta. Dopo aver provocato scandali e subìto rifiuti dal Salon, un'esposizione periodica di pittura e scultura al Louvre, i giovani artisti decisero di unire le forze per organizzare mostre indipendenti.
  • Nel 1919 squadristi fascisti, un gruppetto di arditi e futuristi guidati dai sansepolcristi Ferruccio Vecchi e Filippo Tommaso Marinetti, danno alle fiamme la redazione milanese del giornale socialista Avanti!La sede venne devastata, gli arditi distrussero i macchinari e incendiarono i locali. Dopo aver asportato l'insegna di legno del giornale e ritmando "L'Avanti! non è più", i manifestanti ritornarono in piazza del Duomo e la colonna si sciolse. Alcuni cimeli frutto del saccheggio della redazione del quotidiano socialista furono lo stesso giorno portati in dono a Mussolini presso la sede de "Il Popolo d'Italia". L'Avanti! lanciò una sottoscrizione pubblica, che meno di tre settimane dopo permise al giornale di tornare a essere pubblicato con mezzi improvvisati. Secondo il prefetto di Milano, elementi dell'estremismo socialista in quei giorni progettarono l'omicidio di Mussolini. Intervistato pochi giorni dopo da Il Giornale d'Italia, Mussolini attribuì l'iniziativa dell'azione squadristica agli arditi e ai futuristi, ma se ne assunse comunque, a nome dei fascisti, la responsabilità morale.
  • nel 1920 gli attivisti italiani Sacco e Vanzetti vengono accusati dell'uccisione di un contabile e di un agente di sicurezza durante una rapina a un negozio di scarpe. Sulla loro colpevolezza vi furono molti dubbi già all'epoca del loro processo; a nulla valse la confessione del detenuto portoghese Celestino Madeiros, che li scagionava. I due furono giustiziati sulla sedia elettrica il 23 agosto 1927 nel penitenziario statale di Charlestown, non lontano da Boston. Con il tempo varie opere letterarie, musicali e cinematografiche celebrarono la vicenda di Sacco e Vanzetti come simbolo di mali come l'errore giudiziario, il razzismo e l'intolleranza. A cinquant'anni esatti dalla loro morte, il 23 agosto 1977 Michael Dukakis, governatore dello Stato del Massachusetts riconobbe ufficialmente gli errori commessi nel processo e riabilitò completamente la loro memoria.
  • Nel 1923 introduzione sul mercato dell'insulina per i diabetici.
  • Nel 1949 Papa Pio XII pubblica l'enciclica Redemptoris Nostri Cruciatus, nella quale esprime posizione favorevole alla internazionalizzazione del territorio di Gerusalemme. La comunità ecclesiale viene invitata alla preghiera di pace e a rivolgersi alle autorità in attesa di un mandato internazionale sulla "città santa"
  • Nel 1959 a Ispra, in provincia di Varese, si inaugura il primo reattore nucleare italiano. Il reattore nucleare ISPRA-1, funzionante ad acqua pesante, è stato attivo dal 1959 al 1973. Il 18 gennaio 2024 la società italiana SOGIN e il CCR hanno firmato un accordo, della durata di 5 anni, per organizzare lo smantellamento del sito, che sarà poi completamente dismesso entro il 2040. Realizzato ad Ispra dal CNRN tra il 1957 e 1958 con una potenza di 5 Megawatt nei pressi del lago Maggiore, questo reattore riprende il primo della serie Chicago Pile, il CP-5. Inaugurato il 13 aprile 1959 alla presenza del Presidente della Repubblica Giovanni Gronchi, con la nascita della Comunità europea dell'energia atomica, il sito venne ceduto al CEEA, con una concessione di 90 anni, a partire dal 1° marzo 1961 mentre il reattore, rimasto sotto il controllo del CNRN, fu affidato alla gestione dell'EURATOM a partire dal 1° marzo 1963, diventando così il più grande ed il più importante sito gestito dal Centro comune di ricerca, una direzione generale della Commissione Europea. Durante il funzionamento, il reattore è stato utilizzato per la formazione del personale, produzione di radionuclidi, per studi e ricerche che riguardavano il nocciolo, nuovi materiali per la costruzione dei reattori commerciali, flussi neutronici e sulle loro interazioni con la materia vivente, mentre oggi il sito si trova in stato di conservazione in sicurezza in attesa dello smantellamento.
  • Nel 2017 con la morte all'età di 117 anni di Emma Morano, nata a Civiasco il 29 novembre 1899, scompare l'ultima persona nata prima del 1900. Supercentenaria italiana, vissuta 117 anni e 137 giorni. Ha detenuto il titolo di decana d'Italia e d'Europa dal 2 aprile 2013 e di decana dell'umanità dal 12 maggio 2016 fino alla sua morte ed è tuttora la persona più longeva vissuta in Italia.
  • Nel 2019 un incendio divampa nella cattedrale di Notre-Dame a Parigi.

Aforisma

“È al mattino che bisogna nascondersi. La gente si sveglia, fresca ed efficiente, assetata d'ordine, di bellezza e di giustizia, ed esige la contropartita.”

SAMUEL BECKETT

Italia oggi è la Giornata della trombosi, delle lenti a contatto, del Made in Italy e dell'arte.

 

chiacchiere da ape

Top News

Statistiche

Visite agli articoli
33233016