Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Giovedì, 04 Giugno 2020 17:33

Montesilvano. Convergenza su biblioteca a Villa Delfico. Spina e Pietrangelo: "che si traduca in atti concreti"

Scritto da redenz
Spina e Pietrangelo davanti alla fatiscente Villa Delfico Spina e Pietrangelo davanti alla fatiscente Villa Delfico

“Ci ha incuriosito vedere il comunicato del Partito Democratico cittadino relativo alla proposta di spostamento della biblioteca comunale al Pala Dean Martin” comunicano gli studenti Davide Pietrangelo e Giuseppe Spina, promotori di una serie di iniziative per la biblioteca di Montesilvano.

“Siamo in attesa di poter leggere la mozione il cui primo firmatario è il consigliere Stefano Girosante e la relativa discussione in Consiglio Comunale ma ci ha colpito vederne il comunicato dopo che l’intenzione di spostarla è stata anticipata su Facebook. Nel frattempo, poiché lo spostamento della biblioteca in una sede più idonea è una delle richieste sul lungo periodo depositate nel 2017, sottoscritte dalle firme di 500 ragazzi, e discusse anche nella Commissione Sport e Cultura della scorsa legislatura, vogliamo precisare che siamo d’accordo con un provvisorio spostamento dell’aula studio ( per il rispetto del distanziamento sociale ), ma non del patrimonio librario, il quale richiederebbe tempi tecnici ben più lunghi. Restiamo però convinti che la meta ideale resti lo spostamento a Villa Delfico, sulla quale gravano oltretutto vincoli di destinazione, in un contesto che includa anche spazi per la scuola civica di musica, per la cultura e per i giovani.” Allo spostamento della biblioteca a Villa Delfico mostravano di essere concordi anche tutti i candidati sindaci nel 19 Maggio 2019, quando hanno partecipato proprio nella biblioteca Agostinone ad un dibattito sulle sorti di essa, la cui videoregistrazione è ancora oggi disponibile sul profilo Facebook del Comitato Cultura e territorio. Il candidato del centrosinistra Enzo Fidanza dichiarò “ Io da sempre ho pensato che Villa Delfico rappresenta un luogo ideale per farlo diventare il punto centrale della cultura montesilvanese”.

Alla specifica domanda “ Dove spostare tutta la biblioteca” rispose “Certo, assolutamente si”.

Il candidato dei cinque stelle Panichella, oggi consigliere comunale nel gruppo misto dichiarò: “Noi ragionando avevamo individuato nello stesso immobile, in quella struttura un punto di eccellenza per poter immaginare una biblioteca comunale”. Il candidato risultato poi vincente del centrodestra, De Martinis alla domanda relativa allo spostamento a Villa Delfico rispose: “Io non solo sono d’accordo, l’ho riportato nel mio programma”.

L’unione di intenti sorprese positivamente gli intervenuti. La moderatrice Angela Curatolo reagì esclamando: “ Qui siamo giunti a una conclusione, Villa Delfico va bene a tutti” e tutti i candidati sindaci si dissero d’accordo per lavorarci insieme.

“Quello che speriamo è dunque che la convergenza mostrata all’epoca dalle coalizioni resti e che si traduca in atti concreti. La nascita di un polo culturale nel cuore della città, e la rinascita della prestigiosa Villa Delfico potrebbero essere bellissimi segnali per il futuro di Montesilvano.” Concludono Pietrangelo e Spina.