Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Giugno 04th, 2020
L’area in oggetto era diventata luogo d’insediamento per un vero e proprio ...
Giugno 04th, 2020
una persona di 93 anni In Abruzzo, dall’inizio dell’emergenza, sono stati ...
Giugno 04th, 2020
nel mondo i casi sono 6,5 milioni. A fine lockdown si parte piano e con ...
Giugno 04th, 2020
“Ci ha incuriosito vedere il comunicato del Partito Democratico cittadino ...
Giugno 04th, 2020
6 consiglieri di minoranza richiedono la riduzione e rateizzazione della TARI ...
Giugno 04th, 2020
A Pescara atterrerà un volo charter con 124 cittadini marocchini, Coldiretti: ...
Giugno 04th, 2020
"Intervenite prima che sia troppo tardi". La denuncia di Taglieri e Smargiassi: ...
Giugno 04th, 2020
Fossacesia conferma l’eccellenza della qualità delle acque del litorale di ...
Giugno 04th, 2020
Essendo un Sito di interesse regionale: "Terreni e sedimenti vanno considerati ...
Giugno 03rd, 2020
Da oggi, mercoledì 03 giugno 2020, riapre il servizio "Punti d'ascolto" ...

Spettacoli e Cultura

Giugno 03rd, 2020
Dopo il periodo di chiusura dovuto all'emergenza sanitaria per via del ...
Giugno 03rd, 2020
Cesare “Ches” Agusto Di Marzio storico testimone della nostra emigrazione. ...
Giugno 03rd, 2020
è on-line il nuovo simpatico video di Banda Piazzolla   In tempi di ...
Giugno 03rd, 2020
7 giugno, dalle ore 9.30 con ritrovo presso il piazzale antistante il Bosco di ...
Giugno 01st, 2020
Storie di emigrazione abruzzese - Gabriele Antonio TARESCO partì da Elice per ...

Notizie Abruzzo

  • Prev
una persona di 93 anni In Abruzzo, dall’inizio dell’emergenza, sono stati registrati 3255 casi positivi al Covid
6 consiglieri di minoranza richiedono la riduzione e rateizzazione della TARI 2020 e l’esenzione COSAP 2020, per il
"Intervenite prima che sia troppo tardi". La denuncia di Taglieri e Smargiassi: "Una situazione che, unita alle gravi
Fossacesia conferma l’eccellenza della qualità delle acque del litorale di Fossacesia Marina. La certificazione
Da oggi, mercoledì 03 giugno 2020, riapre il servizio "Punti d'ascolto" istituiti in città e che l’emergenza Covid-19
 L'adeguamento di alcune linee di trasporto pubblico cittadino, necessario non solo per dimensionare il servizio alle
Mercoledì, 18 Marzo 2020 16:35

Chieti/Covid Hospital, Di Primio: competenza a decidere è della regione.

Scritto da P.V.

“È necessario fare chiarezza in merito alla vicenda del “Covid Hospital” da individuarsi nella Asl di Lanciano-Vasto-Chieti”. È quanto dichiara il Comitato Ristretto dei Sindaci della Asl 02 presieduto dal Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, e di cui fanno parte i sindaci di Lanciano, Mario Pupillo, di Vasto, Francesco Menna e di Casoli, Massimo Tiberini.

"La comunicazione diffusa dalla ASL 02 – commentano i quattro primi cittadini – e le dichiarazioni rilasciate nella serata di ieri dal sindaco di Ortona, Leo Castiglione, dalle quali prendiamo le distanze, potrebbero lasciar intendere che la decisione individuata su Ortona sia stata presa dallo stesso Comitato nel corso della video-riunione tenutasi con il direttore della Asl Thomas Schael per fare il punto sulla gestione dell’emergenza Covid-19 in provincia di Chieti. Non è così ed evidenziamo quanto segue:

• Il Comitato Ristretto dei Sindaci della Asl 02 si è riunito in ‘conference call’ alle ore 11.00 del 17 marzo, con il Direttore Generale Thomas Schael;

• Ascoltata la lunga e analitica relazione del D.G. sulla gestione dell’emergenza epidemiologica nella provincia teatina, si è esaminata la localizzazione del “Covid Hospital” presso la città di Atessa. A fronte di un possibile assenso verso la scelta di Atessa vi era, però, la lettera del 16/3/2020 a firma del direttore f.f. Giuseppe Bucciarelli del Dipartimento per la Salute e il Welfare della Regione Abruzzo con la quale si evidenziava che “il P.O. di Atessa…senza ulteriori investimenti, potrebbe essere utilizzato per gestire pazienti paucisintomatici che non necessitano di assistenza intensiva”. Quindi per il Dipartimento della Salute regionale l’idea della Asl 02 di realizzare ad Atessa il “Covid Hospital” non era percorribile".

"Come sindaco – ha commentato Umberto Di Primio – ho ribadito nel corso della riunione del Comitato massima fiducia nelle scelte che la Direzione avrebbe adottato, considerato che le stesse debbono essere assunte su criteri di carattere scientifico e medico, oltre che nel rispetto delle norme vigenti. In questa fase emergenziale non può darsi spazio a nessun tipo di condizionamento politico, né egoismo territorial-istituzionale. Per questo ricordo, con orgoglio, che il nosocomio teatino, Hub sanitario per il Covid-19, sta ospitando pazienti provenienti dall’intera provincia, dimostrando la grande organizzazione predisposta dalla Direzione, ma soprattutto la straordinaria professionalità ed abnegazione del personale sanitario. Ciò nonostante, è evidente che l’Ospedale di Chieti, che si sta attrezzando in collaborazione con l’Università per aprire un laboratorio ove svolgere l’analisi sui tamponi, non può essere da solo sufficiente a dare risposte al crescente numero di casi Covid-19. Per questo deve essere individuato un ulteriore presidio ospedaliero da dedicare ai casi di Coronavirus".

"Il P.O. di Atessa è una struttura ancora efficiente, attrezzata e capace di ospitare oltre 100 posti letto – ha ricordato il Sindaco di Lanciano, Mario Pupillo - come lo è l’Ospedale di Guardiagrele. Lo stesso sindaco Simone Dal Pozzo, d’altronde, ha inviato al Comitato una email per ricordare come anche il suo presidio potrebbe essere utilizzato".

"Esprimo le mie perplessità e fondamentalmente un diniego a che il P.O. di Vasto sia individuato quale “Covid Hospital” – ha aggiunto il Sindaco di Vasto, Francesco Menna -. Tale mia posizione è determinata dal fatto che il reparto di Malattie infettive è troppo distante dal reparto di Radiologia e che il personale sanitario è carente soprattutto ora che dobbiamo farci carico della domanda che arriva dal vicino Molise a causa della chiusura dell’ospedale di Termoli. Segnalo, tra l’altro, di valutare anche la disponibilità dell’ex ospedale di Gissi".

"Noi sindaci abbiamo sempre sostenuto che fosse necessario, per affrontare questa emergenza, una regia nazionale e regionale – ha detto il Sindaco di Casoli, Massimo Tiberini –. Voglio ribadire il mio impegno a mettere a disposizione il nostro presidio ospedaliero, qualora ve ne fosse la necessità, così come sta accadendo a Bergamo, la città più colpita in Italia. Dobbiamo essere pronti e reagire nel più breve tempo possibile, infatti posso già annunciare la piena disponibilità di alcuni imprenditori di donare all’Azienda materiale e attrezzature utili per gli ospedali".

"Pertanto – ha concluso il Sindaco Di Primio - non vi è stata alcuna decisione da parte del Comitato rispetto alla individuazione del Covid Hospital, decisione questa, come già ricordato, di competenza esclusiva del Dipartimento Sanità della Regione, in condivisione con la Asl 02".

Ultima modifica il Mercoledì, 18 Marzo 2020 16:43

Sport

Attualità

Eventi

Lavoro

Politica

Notizie Montesilvano

Top News

Statistiche

Visite agli articoli
28157819

Powered By PlanetConsult.it